L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Mamma mette le regole!

Nome:
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Lecco
Area tematica: Educazione
Domanda: Buonasera, mia figlia Maria Sofia ha 1 anno e 15 mesi e va al nido, ha pochi denti (2 dentini sotto e un dentone che sta spuntando). Non so cosa fare, dalla tata mangia le pappine e con me fatica. Ultimamente fa le ore piccole, vuole solo giocare anche se è mezzanotte. Mi deprimo perché sembra che la tata sia più brava di me. I miei genitori mi dicono che la bambina (quando la prende mio papà) ha fame anche se la tata dice che mangia tutto. Mangia volentieri yogurt, frutta ma la pasta no. Cosa mi consiglia? Grazie e buona serata
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Daniela, fare il genitore e in particolare la mamma, con tutte le aspettative che il mondo vi rimanda, non è un mestiere semplice. Sono certo invece che lei sia perfettamente in grado di seguire Maria Sofia nel migliore dei modi. Se ha dubbi faccia riferimento al suo pediatra e non si lasci confondere dalle persone che la circondano.

Detto ciò, in vero non ho capito quale età abbia la sua bambina, 2 anni? 2 anni e 3 mesi? 1 anno e 3 mesi? In funzione dell’età, la dentizione è un po’ in ritardo e può non facilitare l’assunzione del cibo e la masticazione. Il problema alimentare sussiste poi solo se la bambina è sottopeso o sovrappeso, in caso contrario Maria Sofia riesce ad assumere esattamente ciò di cui ha bisogno. Dal poco che ci racconta, cara mamma, sembra che il problema sia legato prevalentemente a una incertezza nella gestione. I bambini hanno bisogno di amore e dolcezza ma anche di regole chiare e ritmi scanditi, anche nell’ambito dell’alimentazione e del sonno. Scelte sane che partono dal ritmo del sonno si riverberano anche sull’alimentazione e viceversa, e attivano una fluidità nell’evoluzione della giornata di cui Maria Sofia sarà la prima a beneficiare, e di conseguenza la sua mamma. La tata non è più brava di lei, semplicemente ha più distanza emotiva non essendo la mamma. Le consiglio pertanto di decidere la routine della giornata a tavolino, incluso ciò che la bambina dovrà mangiare, e con serenità e tanta pazienza cerchi di far entrare la bambina nella routine che MAMMA, insindacabilmente, ha deciso per lei. Buona crescita e cari saluti.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio