L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Mangiare a tavola

Nome: Eleonora
Età del bambino: 2 e mezzo
Sesso: femmina
Comune: castellabate
Area tematica: Educazione
Domanda: Buonasera, avrei bisogno di un consiglio sull'alimentazione di mia figlia.Da più di un anno ha tolto di mezzo pesce e carne, riesco a farle mangiare pochi tipi di pasta ossia pastina col formaggino, pasta con poco sugo, un pochino di riso, poi mangia prosciutto e tanto tanto pane. Ho provato di tutto, anche a fare gli animaletti col cibo ma rifiuta, rifiuta anche i legumi. Il pediatra dice che è un periodo e che devo avere pazienza, ma quando finirà? E soprattutto questo stile di alimentazione può provocare danni? Preciso inoltre che mangia solo frutta grattugiata da bere ma non quella fatta da me, latte tre volte al giorno e frutta secca. La ringrazio per l'attenzione.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Marina, i due anni sono un’età difficile. Quella in cui prevalgono i “no”, quella del rifiuto delle abitudini precedenti e del disordine non solo alimentare. È come se ci fosse una svolta ed il bambino comincia ad affermare, anche se solo con il rifiuto, la sua personalità. Ma è anche il momento in cui i genitori devono cominciare ad avere una condotta coerente e costante nella quale il bambino si possa riconoscere e che con il tempo imparerà a seguire. Infatti nel disordine alimentare si Eleonora è chiaro che voi non volete mettere ordine perché comunque la bambina mangia tanto di quello che vuole, che nel caso specifico mi sembra pane e latte. Una piccolina di 2 anni fa presto a riempire lo stomaco e a non sentire il bisogno di mangiare altro!

Eleonora ha quasi 3 anni e non ha ancora capito che si mangia tutti insieme a tavola con mamma e papà, che deve mangiare quello che anche gli altri mangiano e che non può mangiare alle ore e nei modi che vuole. Da queste pagine insistiamo sempre sul fatto che l’educazione alimentare è l’unico modo quotidiano e costante che abbiamo di dare salute ai nostri figli. Le consiglio di provare, serenamente e lentamente, a portare Eleonora a tavola con voi. L’inizio sarà difficile, il pianto non deve distrarla, quando la piccola capirà che la sua mamma è decisa a farle cambiare abitudini sono certa che si  adeguerà. Mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio