L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Menù serale

Nome: Davide
Età del bambino:
Sesso:
Comune: MILANO
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Buongiorno, vi disturbo per chiedervi un consiglio sulle quantità di cibo da far assumere al nostro bambino. Ha 8 anni è alto 1.36 e pesa 35 kg.Mangia alla mensa scolastica, la merenda la porta da casa e cerco di alternare frutta, toast, qualche tarallo con un succo di frutta, panini piccoli con marmellata o affettato. Il "problema" è la cena, gli preparo carne o pesce 100 gr circa, vellutate con legumi (150 gr di legumi e 30 gr di pasta), se mangiamo affettati gli dò 100 gr di crudo o bresaola, formaggi non ne mangia e l'unico modo per farglieli mangiare è sulla pizza o nelle paste fredde o polpettine di ricotta. Di verdura ne mangia poca (carote, fagiolini, pomodori e zucchine).Vi chiedo se gentilmente potete darmi una mano a stilare una sorta di menù serale per farlo mangiare in modo sano e con le giuste quantità visto che è un pelino sovrappeso. Attività: 2 volte calcio per 2 ore e le partite nel fine settimana, ma fa il portiere...Grazie
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Maria, non cita nella sua ricostruzione se Davide faccia colazione e con cosa. In effetti è un pasto molto importano si per l’attenzione scolastica che per il ritmo che dà all’intera giornata specialmente se vogliamo aiutare il bambino a normalizzare il leggero sovrappeso che presenta. La consigliamo sempre a base di latte/yogurt + cereali o pane + 1 po’ di frutta. Tra le opzioni scolastiche dia sicuramente la precedenza alla frutta mentre elimini il succo di frutta. Ovviamente vale lo stesso per la merenda del pomeriggio. Arriviamo alla cena, centro della sua domanda: a mio parere va benissimo l’assetto primo/secondo/contorno/frutta in quanto la distribuzione su più portate facilita una assunzione graduale, garantisce la varietà dei nutrienti e limita le singole porzioni. Rispetto a queste mi sembra che ci siamo sul piano dei legumi e cereali ma siamo assolutamente fuori norma per la quantità di affettati e anche di carne. 100 g di affettato sono francamente molto per gli otto anni, ma lo sono anche per un adulto, alla luce delle attuali conoscenze. Con la sola porzione assunta attualmente è coperto l’intero fabbisogno proteico della giornata per il bambino. Parrebbe più corretta la porzione 30 g di affettati come secondo piatto, non più di 1 volta a settimana, da alternare a legumi (100 g cotti), carne (60-70 g cruda) pesce (90 g crudo) o 1 uovo. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio