L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Merenda, cosa dare a una bambina golosa?

Nome: Giulia
Età del bambino: 4 anni e 8 mesi
Sesso: femmina
Comune: carrara
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, durante l'ultima visita dal pediatra mi è stato detto che mia figlia di quasi 5 anni pesa un po’ troppo (25 kg per 110 cm di altezza). A vederla non sembra sovrappeso ma il medico, nonostante abbia detto di non preoccuparmi perché comunque è alta, mi ha consigliato di tenere d'occhio la sua alimentazione. Mangia poca verdura e in effetti è golosa di dolci e merendine varie. Non che gliele lasci mangiare liberamente, ma non so cosa poterle dare a colazione e merenda. Per adesso mangia a colazione latte con cereali o biscotti e a merenda focaccine o una merendina o un gelato d'estate. Mi aiutate e consigliate qualcosa di sfizioso per non farle sentire troppo la mancanza di dolci confezionati?
Merenda, cosa dare a una bambina golosa?

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Gentile signora la sua Giulia, come nota il suo pediatra, è più alta rispetto alla media (al di sopra del 50° percentile), ma, nonostante questo ci sono troppi chili in eccesso. Come conferma il Bimbometro il suo indice di massa corporea è molto alto (20,66) e ciò significa che su 110 cm di altezza, 25 chili sono troppi. L’abitudine di Giulia di non mangiare verdura e di preferire dolci e merendine porta ad avere un’alimentazione troppo ricca in calorie, zuccheri e grassi, con una carenza di fibra, vitamine, antiossidanti e sali minerali. Anche se adesso ai suoi occhi Giulia non sembra in sovrappeso, questo tipo di alimentazione potrebbe causare problemi di salute a breve e a lungo termine. Il consiglio del suo pediatra di curare l’alimentazione di sua figlia è un ottimo consiglio e c’è una infinità di alimenti sani che possono sostituire le merendine. A colazione il latte non deve essere zuccherato e può essere accompagnato con cereali, biscotti secchi (non frollini), fette biscottate o semplicemente pane con un po’ di marmellata. Se Giulia mangia a scuola non ha bisogno dello spuntino. A merenda può darle un frutto (nella sua lettera non nomina mai la frutta), una macedonia, uno yogurt, un pacchetto di cracker o una fetta di pane con il pomodoro o con la marmellata. Può preparare, magari insieme alla sua bimba, una spremuta o un frullato di latte e frutta. È probabile che, come mi scrive, Giulia possa sentire la “mancanza” delle merendine perché si crea una certa dipendenza e assuefazione a tali prodotti, ma cos’è più divertente preparare insieme una torta di mele o aprire un pacchetto di plastica? Cos’è più importante: la salute di Giulia o il soddisfare tutti i giorni la sua golosità?

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio