L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Mia figlia è allergica alle PLV e all’uovo. Sono avvilita!

Nome: Maria
Età del bambino: 16 mesi
Sesso: femmina
Comune: Novafeltria
Area tematica: Preparazione pappe
Domanda: Salve, sono una mamma un po’ avvilita! La mia bimba è allergia alle proteine del latte vaccino, alle uova, e alla carne di manzo e vitello (cioè produttori di latte). Ho smesso da poco l'allattamento al seno e da quando è successo la mia bimba ha sempre una grandissima fame! La mattina mangia circa 120 ml di latte di riso con aggiunta di calcio con 2/3 biscottini senza allergeni. Non fa spuntino perché non le va; a pranzo mangia 20 gr di pasta al pomodoro e 40 gr di carne con verdure (pollo/tacchino/coniglio) o 200 ml di passato di verdure con 15 gr di farine (riso/mais/cereali vari/farro); fa lo spuntino con un frutto e 2 biscotti o gallette di riso/mais e a cena come pranzo solo al posto di carne variamo con 50 gr di pesce (merluzzo/nasello/sogliola/brqnzino/salmone) o 30 gr di legumi (fagioli/lenticchie/ceci). Sia dopo pranzo che dopo cena mangia un vasetto di frutta omogeneizzata. Molto spesso però la bimba dopo in oretta dal pranzo o dalla merenda o poco dopo la cena mi fa intendere di avere ancora fame. La devo assecondare con gallettine/biscottini o meglio di no?Il mio dubbio grosso è l'apporto di calcio che è quasi nullo. Secondo voi questa alimentazione è corretta o è meglio che mi rivolga a un nutrizionista specializzato? Non so che fare! Grazie.
Mia figlia è allergica alle PLV e all’uovo. Sono avvilita!

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

gentile mamma Chiara, la sua preoccupazione è comprensibile, perché non deve essere semplice cucinare per una bimba allergica a tanti alimenti. Quindi, per prima, cosa voglio complimentarmi con lei. Mi piacerebbe, però, che lei mi riscrivesse per riferirmi il peso e la lunghezza di Maria, perché da ciò che mi descrive, non capisco perché continui ad avere fame dopo i pasti. Forse non è fame, forse Maria si sta annoiando e cerca attenzione richiedendo cibo. Senza conoscere lo stato ponderale della piccola, non posso esprimermi più di tanto. Certamente deve rivolgersi al suo pediatra di fiducia che saprà consigliarle come soddisfare il fabbisogno di calcio (io nel frattempo la invito a usare acque minerali bicarbonato-calciche come acqua da bere, per aumentare l’apporto di questo importante minerale). Per quanto riguarda le farine di cereali, queste possono essere una valida alternativa alla pasta e al riso, specialmente se sono arricchite di calcio. Mentre non vanno bene gli omogeneizzati di frutta, perché a 16 mesi la bambina dovrebbe già aver imparato a masticare. Inoltre, masticare un cibo aumenta il senso di sazietà, mentre ingurgitare velocemente omogeneizzate e pappine lascia sempre un senso di fame. Anche a lei raccomando di ridurre la quantità di carne e pesce, alimenti ricchi di proteine, a circa 20 g ciascuno. Infine, lei parla di “latte di riso”, ma è un nome, oltreché improprio (il riso non produce latte!) del tutto generico: sta dando una formula a base di riso, dunque una “formula speciale”, da farmacia, oppure una “bevanda a base di riso”? Nel primo caso, almeno sono presenti calcio e altri minerali, oltre a una buona quota vitaminica, nel secondo invece si tratta di una bevanda che non può in alcun modo essere assimilata ad una formula per l’infanzia. Aspetto sue notizie. Mi raccomando.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio