L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Mia figlia è obesa e temo che i compagni la prendano in giro

Nome: Zelda
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Lamon(bl)
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buonasera, le scrivo perché la mia bambina di sette anni è fortemente in sovrappeso: è alta 133 cm ma pesa 50 kg. La bambina mangia come un adulto, parte da una colazione con una tazza di latte e caffè d'orzo o cacao con diversi biscotti o pane e marmellata. A merenda a scuola un panino con affettato o un pacchetto di cracker con uno yogurt. A pranzo la pasta o il riso e vuol finire con un tozzetto di pane o ogni tanto mangia della verdura. A merenda riesco a farle mangiare della frutta mentre a cena o mangia latte e cereali oppure quel che faccio (di solito un secondo). Raramente le concedo brioches o cioccolata/caramelle. La bambina fa danza per un’ora e mezza due volte a settimana e per il resto è abbastanza sedentaria poiché adora disegnare e leggere quindi sta molto in casa. Cosa posso fare per farla dimagrire? Ha una pancia molto grande e fatico a trovarle dei vestiti! ma più che altro temo il momento in cui o compagni la prenderanno in giro per la sua stazza. Devo intervenire prima. La ringrazio
Tomaselli

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

cara mamma Federica, l’indice di massa corporea della sua bambina è di 28, 6 (misurato con il nostro Bimbometro), un valore decisamente troppo alto. Zelda infatti pesa il doppio rispetto alle bambine della sua età e come lei sa, questo eccesso di peso può portare molte complicanze, sia fisiche che psicologiche.

Ovviamente la sua alimentazione è sbagliata. Da un punto di vista quantitativo è assolutamente dannoso che Zelda mangi come un adulto …semplicemente perché lei non è un adulto, ma una bambina di 7 anni. È come obbligarla ad indossare le scarpe e i vestiti della mamma, o costringerla a fare i lavori di una donna, invece che andare a scuola e giocare.  Anche da un punto di vista qualitativo l’alimentazione è squilibrata e non sana. La verdura e la frutta, forse, compaiono solo una volta al giorno, mentre se ne consigliano 5 porzioni al giorno. E perché portarsi il panino farcito dopo una colazione abbondante? Zelda sta seduta in un banco di scuola, non va a lavorare i campi! Basterebbe un frutto o un pacchetto di cracker o uno yogurt, ma non due cose insieme, facendo più attenzione che la colazione sia adeguata alla sua età (lei non dice quanti biscotti, ma consideri che il giusto sono un paio di frollini, o 3 massimo 4 biscotti secchi). Anche il latte a cena non va bene: andava bene quand’era piccola, ma ora ha un’età in cui è bene che la cena sia una cena. Dunque sarebbe meglio che consumasse di nuovo verdura, con un secondo vario: carne, pesce, formaggi freschi. In altre parole, cara signora, non può essere Zelda a 7 anni a decidere cosa e quanto mangiare, ma lei. Riduca il numero dei biscotti a colazione, non faccia delle porzioni da adulti e semplicemente cucini meno cibo. La non presenza ridurrà le richieste. E se le richieste dovessero essere seguite da capricci e pianti non dica “No, devi dimagrire!” ma cerchi di distrarla, le proponga della frutta e non tenga tentazioni in casa.

E lo sport?

La danza potrebbe non essere adatta per Zelda. È sicura che piaccia alla sua bambina? Perché se teme che i compagni la prendano in giro, temo che sua figlia potrebbe sentirsi a disagio in mezzo a ballerine agili ed esili. Zelda dovrebbe svolgere uno sport che oltre a farla muovere, dovrebbe divertirla e appassionarla. Potrebbe parlare con lei e decidere un’attività fisica che si svolga più di due volte a settimana, impegnandosi inoltre a fare lunghe passeggiate, a usare il meno possibile la macchina per accompagnarla e, quando il tempo lo permette, di andare a giocare in cortile o in un parco invece di stare in casa. C’è sempre tempo per leggere o disegnare.

Ne parli col suo medico di fiducia. Sono certa che saprà consigliarle uno specialista a cui rivolgersi. E se lo desidera ci riscriva.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio