L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Mia figlia mangia poco ed è molto selezionatrice. Cosa proporle dopo il primo anno?

Nome: Ludovica
Età del bambino: 11 mesi
Sesso: femmina
Comune: Prizzi
Area tematica: Preparazione pappe
Domanda: Salve, come posso variare la dieta di mia figlia? Fra poco farà un anno e vorrei iniziare con il piede giusto. Ho allattato esclusivamente al seno fino a 4 mesi e mezzo, poi ho iniziato lo svezzamento. Mia figlia non ha mai mangiato molto, non è mai cresciuta molto di peso ed è molto selezionatrice. Da 2 messi al mattino, sotto consiglio del pediatra, ho iniziato il latte prima crescita (lo beve solo con il cucchiaio 120 /180 grammi), non vuole biscotti dunque le dò una merenda allo yogurt. A metà mattinata il mio latte, a pranzo pasta con il sugo e parmigiano e un secondo di carne o pesce. A merenda o il tuorlo o uno yogurt o una frutta ma sempre in quantità minime. La cena pasta o con olio e parmigiano o brodo vegetale o di carne. E poi il secondo. Non vuole verdure e legumi in nessuna maniera! Cosa potrei aggiungere? Avete suggerimenti per introdurre il biberon? Ho provato ma urla come non mai. Grazie
Mia figlia mangia poco ed è molto selezionatrice. Cosa proporle dopo il primo anno?

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

gentile signora Valeria, le  domande a cui rispondere sono tante. Partiamo dall’inizio: il divezzamento. L’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) consiglia di divezzare a 6 mesi d’età. Probabilmente la sua Ludovica “non ha mai mangiato molto” perché non era “pronta” a cominciare un’alimentazione diversa dal latte della sua mamma. Purtroppo non mi riporta nella sua lettera il peso e la lunghezza della sua bambina per poterle dire qualcosa sull’andamento della sua crescita dopo il divezzamento. Tuttavia, la parola che mi ha colpito di più è “selezionatrice”. Come fa una bimba di pochi mesi ad essere selezionatrice? Per selezionare bisogna conoscere bene. Io, credo, che più che la bimba abbia selezionato la sua mamma, che ha cominciato a non proporre più quegli alimenti che non sono stati subito graditi alla sua bambina. Giusto? Questo, anche se in buona fede, ha portato ad un’alimentazione monotona, senza verdure e legumi, con poca frutta. Mancano i colori, le vitamine, la fibra e tutti quei fitonutrienti che proteggono la salute della sua Ludovica. Nella dieta della piccola non vedo i formaggi freschi, ricchi di calcio importante per la crescita. Inseriti nella minestrina, potrebbero essere un’alternativa alla solita pasta al sugo o in brodo. a proposito di calcio, non capisco la scelta del latte di crescita a solo 9 mesi. Il latte di crescita è stato formulato per soddisfare le esigenze nutrizionali dopo i 12 mesi di età, non prima. Il mio consiglio è di riparlarne col suo pediatra, e farsi consigliare un latte formula 2 più adatto alla sua bimba o, meglio ancora, allattarla lei anche la mattina appena sveglia. Non sono obbligatori i biscotti nel latte e certo non possono essere sostituiti con una merendina allo yogurt, troppo ricca di zuccheri. Infine, il biberon. Dal momento che lei allatta ancora non vedo perché preoccuparsi così tanto del rifiuto di Ludovica di usarlo. So che il biberon è molto comodo, ma le consiglio di aspettare, di non forzarla. Magari tra qualche mese Ludovica accetterà meglio la tazza col beccuccio. Per quanto riguarda  l’alimentazione di sua figlia dopo aver spento la sua prima candelina, può lasciarsi ispirare dalle nostre ricette.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio