L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Mia figlia non prende più peso come i primi mesi. Devo preoccuparmi?

Nome: Serena
Età del bambino: 9 mesi
Sesso: femmina
Comune: Siena
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Salve, ho una domanda relativa allo svezzamento di mia figlia, età 9 mesi. La bimba pesava 3.200gr per 51cm alla nascita ed è stata allattata con latte materno. Dopo una crescita sostenuta nei primi mesi (1kg nel primo mese e 800g nel secondo) ha subito un graduale rallentamento, molto considerevoli negli ultimi mesi. Ad oggi pesa 7.100gr per 70cm di lunghezza. Su consiglio del pediatra abbiamo iniziato lo svezzamento con frutta sul finire dei 5 mesi. L'inizio è stato molto travagliato, ha spesso rifiutato il cibo e in alcuni momenti abbiamo sospeso i tentativi per ricominciare dopo qualche giorno. Adesso la bimba mangia: h 6.00 latte materno, h.8.00 qualche pezzetto di frutta + latte materno, h.12.00 pappa (2cucchiai di creme di cereali + mezzo omo/20g legumi secchi + verdure), h. 15.00 frutta e latte materno, h. 18.00 pappa (2 cucchiai di creme di cereali + 30g di formaggio fresco / 20g legumi / 50g pesce fresco + verdure), h 21.00 qualche pezzetto di frutta o biscotto senza zucchero e latte materno. Aggiungo che l'uovo lo ha rifiutato cotto in diversi modi e per ora l'ho sospeso e che solo recentemente ha accettato la pastina (1 cucchiaio). A volte capita che rifiuti categoricamente la pappa, ad es. negli ultimi giorni è successo col pesce e quindi sopperisco con il mio latte. Da circa un mesetto stiamo sperimentando i pezzetti, es frutta fresca oppure il pane fatto apposta per lei senza sale.Vorrei sapere : 1) credete che effettivamente la bimba sia sottopeso? Ha senso procedere con accertamenti (celiachia, etc.) 2) dovrei sostituire il mio latte con latte artificiale? Io sono felice di allattarla e lei è molto felice di essere allattata ma non vorrei che fosse questa la causa di poca crescita. 3) come fare per farle accettare quegli alimenti, es l'uovo che sembrano proprio non piacerle? Oppure anche il pesce che fino a qualche settimana fa mangiava e ora non ama più? Grazie mille per il vostro tempo e scusate per il messaggio lunghissimo!
Mia figlia non prende più peso come i primi mesi. Devo preoccuparmi?

Prof. Andrea Vania

Pediatra

gentile signora, grazie a lei per averci scritto. Per quanto riguarda il peso e la lunghezza di Serena, come le avrà detto certamente il suo pediatra, si trova al 50° percentile per la lunghezza e sotto il 15° percentile per il peso. Quindi è sì leggermente sotto la media per il peso, ma in una situazione fisiologica. Infatti, è normale che la velocità di crescita rallenti dopo i primi mesi. Se Serena avesse dovuto aumentare 1 Kg ogni mese adesso peserebbe più di 12 Kg, quanto una bambina di 2 anni. Per cui non deve preoccuparsi se non aumenta di peso come nei primi mesi. L’importante è che peso e lunghezza aumentino in maniera proporzionale e armoniosa.

Per quanto riguarda l’alimentazione, da un punto di vista qualitativo va benissimo. Da un punto di vista quantitativo è addirittura in eccesso per quanto riguarda soprattutto le proteine. Sarebbe consigliabile ridurre la quantità di pesce e di formaggio a circa la metà di quanto fa attualmente. Non mi parla di condimenti come l’olio d’oliva e il formaggio grattugiato, ma immagino che ci siano anche questi, e soprattutto quest’ultimo può rappresentare un’ulteriore fonte e non indifferente di proteine animali …per cui, attenzione a non esagerare! L’unico alimento che non riusciamo a quantificare è ovviamente il latte materno delle 4 poppate giornaliere. Tuttavia se la bimba è serena e la notte dorme, è segno che il suo latte è sufficiente e sazia la piccola che, nella sua lettera, definisce “felice” di essere allattata. Potrebbe parlarne con il suo pediatra e continuare così come sta facendo – con i correttivi anzidetti – per un altro mese per vedere come va. Anche per l’inserimento dell’uovo può aspettare tranquillamente e riproporlo più avanti. Il quantitativo appropriato è di circa mezzo uovo, inserito crudo nella minestrina calda o cotto alla coque oppure sodo. All’età ormai raggiunta da Serena non è particolarmente educativo offrire il seno quando la piccola rifiuta un cibo specifico (per esempio l’uovo e il pesce), pratica invece accettabilissima all’inizio del divezzamento. Agendo in questo modo, infatti, Serena non farà molti sforzi per provare dei cibi che gradisce meno di altri, ben sapendo che, in caso di rifiuto, troverà comunque il buon latte di mamma… forse non in quantità sufficiente a coprire tutti i suoi fabbisogni, ma certamente bastante a placare almeno temporaneamente i morsi della fame.

Certo, se la crescita fosse davvero stentata (consideri però che nella malnutrizione cronica – quale eventualmente sarebbe, in questo caso – è l’altezza la prima a soffrirne, e non è proprio quanto si sta verificando con Serena!), alcuni accertamenti potrebbero essere indicati, non solo per la celiachia, ma anche, ad esempio, per le infezioni delle vie urinarie, ma di questi potrà parlarne tranquillamente con la sua pediatra, che sicuramente prenderà la decisione più adeguata. Un cordiale saluto

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio