L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Nella pubertà anticipata non viene attuata una terapia farmacologica

Nome: Claudia
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Bagheria
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buongiorno, Claudia a luglio ha avuto il primo menarca, è alta 1,54. Io sono 1,67 e mio marito 1.73. Quanto crescerà nostra figlia? Potrei far bloccare questo ciclo con delle punture (anche perché mi sembra piccina)? Grazie
Alessandra Piedimonte

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Alessandra, l’altezza prevista per Claudia risulta essere 163,5 cm (variando tra i 156,5 cm e i 170,5 cm), per cui attualmente risulta essere fuori dal suo target genetico, e dunque dovrebbe continuare a crescere. Il fatto che Claudia abbia già avuto il menarca non influirà molto sulla sua crescita staturale definitiva, ma dal punto di vista medico si parla di pubertà precoce quando i segni di sviluppo si hanno (per le bambine) prima degli 8 anni, per cui per Claudia si potrebbe al massimo parlare di pubertà anticipata. Questo è molto importante anche dal punto di vista “terapeutico”. Già nella vera e propria pubertà precoce si interviene farmacologicamente solo nel 3-5% dei casi; nella pubertà anticipata, poi, non si somministra nessun tipo di farmaco, perché si è visto che questi non andrebbero in nessun modo a migliorare la statura definita raggiungibile, e dunque la terapia diventerebbe inutile (solo possibili effetti negativi e nessun effetto positivo).

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio