L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Ho 13 anni 2 non so masticare

Nome: Raffaele
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Santa Maria Capua Vetere
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Salve, sono un ragazzo di 13 anni e ho un disturbo dell'alimentazione che mi affligge continuamente. Ho difficoltà a masticare, in realtà è come se non lo sapessi proprio fare. Sono costretto a mangiare tutto frullato e questo mi impedisce di passare del tempo con i miei coetanei e al momento dei pasti mi assale una profonda vergogna, soprattutto perché vengo preso in giro. Sono anche andato da psicologi ma evidentemente non sarà un fattore a livello psicologico. Come posso fare? Potete darmi dei consigli? Grazie
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Caro Raffaele, la tua preoccupazione mi sembra assolutamente giustificata e comprensibile! Cerco di farla mia. La prima cosa che farei è escludere che ci sia qualche ragione fisica che ti impedisce davvero di masticare e inghiottire le cose non frullate. Non so se ci siano nella tua città, ma certamente a Caserta sì, dei disfagisti (specialisti della deglutizione) e dei logopedisti esperti della masticazione. Fossi in te, mi rivolgerei a loro per capire se c’è qualcosa che non va.

Probabilmente no, e in tal caso vale tutto quel che ti scrivo di seguito.

Tu sai come fanno i bambini piccoli ad imparare a mangiare? In realtà nessuno lo sa con precisione, noi ci siamo inventati un modo logico di introdurre gli alimenti, ma tutti sanno che i cuccioli di uomo, come quelli di tutte le altre specie, potrebbero passare agli alimenti solidi da soli, se non fosse che devono essere per forza accuditi dagli adulti. Cosa voglio dire? Che mangiare, e masticare per farlo, è una condizione naturale dell’uomo che gli permette di sopravvivere, e della quale non può fare a meno. Non conoscendoti non posso capire qual è il motivo che ti oscura questa semplice verità e ti impedisce di masticare e vivere una vita felice con i tuoi compagni. Io ti propongo di prendere esempio da come fanno i piccoli, e se avessi un bambino piccolo vicino a te sarebbe ancora più facile. “Inségnati” a mangiare, cominciando a sminuzzare sempre meno gli alimenti. Deve essere un allenamento. Se vuoi davvero vincere, devi essere costante e convinto. Allenati quando sei solo, per non avere l’occhio preoccupato della tua famiglia, e mostra loro i risultati. Sono certa che quando Raffaele sarà solo con Raffaele riuscirà a capire come recuperare questo gesto automatico e naturale che gli farà vivere una vita diversa. Ce la puoi fare. Naturalmente, come tua sostenitrice, mi piacerebbe essere informata dei tuoi progressi. Devi solo avere pazienza e applicazione.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio