L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Non vuole mangiare? Gli integratori non servono

Nome: Niccolò
Età del bambino: 9 mesi
Sesso: maschio
Comune: cecina
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Salve, mio figlio Niccolò di 9 mesi è sempre stato disappetente e non parlo del periodo dopo un'influenza in cui non mangia mai molto. Non gli ho mai dato latte materno e non credo sia questo il problema. Secondo me non gli piace proprio mangiare. Anche adesso che siamo alle minestrine, lui non le vuole. Non gli piacciono, le sputa e non c'è modo di dargliele. Ho provato di tutto, ma se si accorge che sta arrivando un cucchiaio di minestra chiude la bocca e comincia a scuotere la testa a destra e sinistra piangendo e non c'è NESSUN modo di fargli cambiare idea. Il latte lo beve, ma credo che non basti solo quello per farlo crescere, penso abbia bisogno di altro. Per un periodo sembrava che la situazione fosse cambiata. Non è che avesse cominciato a mangiare con gusto, ma almeno mangiava, più per dovere che piacere. Adesso risiamo a un punto morto e noi siamo davvero disperati perché siamo appena usciti dall'ospedale per disidratazione e non vorremmo ritornarci. Non esiste un prodotto, farmaceutico o naturale, che stimoli l'appetito? Che gli faccia sentire voglia di mangiare?
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Nadia, dal suo racconto emerge quanto tenti strenuamente di far avere a Niccolò un’alimentazione regolare e di quanto i rifiuti del bambino la turbino, ma non ci dice che il bimbo è sottopeso, immagino quindi che sia nella norma. Se è così, seppure non le pare possibile e stima l’introito alimentare assolutamente insufficiente, ciò che Niccolò mangia soddisfa i suoi fabbisogni. Mi chiede anche di farmaci o integratori che aumentino l’appetito: in effetti ve ne sono molti, o meglio se ne vendono molti, ma nessuno è realmente efficace, se non per brevi periodi e a parer mio anche per un effetto placebo (forse più sul genitore che sul bambino). Pertanto Nadia, si tranquillizzi e legga l’interessante articolo della dottoressa Cammisa sulla disappetenza transitoria per avere qualche spunto di riflessione e un consiglio pratico. Cari saluti e buon anno.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio