L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Non vuole più mangiare: inappetenza o gelosia?

Nome: Marta
Età del bambino: 3 anni
Sesso: femmina
Comune: BOLOGNA
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Salve, sono molto preoccupata per mia figlia Marta: ha 3 anni e non è mai stata molto appetente. Ultimamente sto cercando di abituarla a mangiare in modo più vario proponendole nuovi piatti, ad esempio oggi le ho proposto un primo piatto nuovo e lei non ha voluto neanche assaggiarlo: senza alternative, è rimasta digiuna a pranzo, a merenda e a cena. Noi genitori ci stiamo comportando bene facendo così? Avremo dei risultati positivi? Vorrei aggiungere che Marta ha una sorellina di 4 mesi. Grazie mille e attendo una risposta.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Paola, immagino quanto sia delicato questo momento per Marta che deve fare spazio nella sua casa e nel suo cuore ad una nuova sorellina “usurpatrice”. Mai, come in questo momento, sfrutterà la sua proverbiale disappetenza per richiamare su di sé l’attenzione dei suoi genitori. La prego di non cadere nel tranello! Forse è arrivato il momento di far partecipare Marta alla vostra tavola, coinvolgerla nell’allestimento della stessa, farle mangiare le “cose da grandi” preparate per i suoi genitori e, data la situazione, magari impegnarla ad accudire la sorellina (cambio del panno, allattamento…). Essere fermi nell’alimentazione dei figli è un giusto modo di educare,  ma perché proprio ora che la piccola è in difficoltà e chiede più attenzioni? Così facendo rischiate di non sapere  più se il comportamento della bambina sia dovuto più  alla sua gelosia verso la sorellina o alla sua disappetenza. Dato che è difficile risolvere questo dilemma, le consiglio di presentare a Marta quello che anche voi mangiate, senza prepararle piatti speciali, anche per non incorrere in disastrosi rifiuti, senza insistenze, né obblighi, in modo che non diventi un braccio di ferro in cui, come già sappiamo, la più forte è sicuramente Marta. Ogni pasto deve essere un momento a sé, con le sue curiosità alimentari e anche con i suoi rifiuti, in modo che la piccola cominci a fare le sue scelte attraverso una attiva partecipazione. Buona fortuna, sia serena ma determinata e mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio