L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Nonni contro la mensa: che fare?

Nome: giulio
Età del bambino: 22 mesi
Sesso: maschio
Comune: aversa
Area tematica: Educazione
Domanda: Salve, mio figlio va al primo d'asilo. Ha fatto un buon inserimento, tranquillo e senza piangere, è contento di andarci. Dopo una settimana dall'inserimento, è stata attivata anche la mensa. Lui mangia, il secondo e la frutta con piacere, ma la pasta non la vuole proprio. Mia madre mi critica, dicendo che il bimbo deve mangiare la pasta a pranzo e che può andarlo a prendere prima da scuola e farlo mangiare lei. Io non sono convinta, anche perchè starebbe a scuola poco tempo visto che andrebbe a prenderlo prima della mensa. Non so cosa fare. Io sarei propensa a lasciarlo a scuola ma mia madre dice che è troppo piccolo per mangiare li. Mi aiutate?
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Cara Ilenia, i nonni sono delle magnifiche creature con il compito istituzionale di coccolare e viziare i nipoti e la presunzione di sapere tutto e di voler influenzare le scelte dei figli. I genitori hanno il compito di educare i figli e scegliere ciò che è meglio per loro, anche se ciò richiede un atteggiamento fermo nei confronti dei nonni. La scelta della mensa scolastica è la cosa migliore per Giulio e soprattutto per tutti quei bambini che non hanno un buon rapporto con il cibo o solo con alcuni alimenti. Durante la mensa scolastica i bambini si confrontano, apprendono nuovi sapori e nuovi modelli comportamentali, maturano nelle loro responsabilità e organizzazione e spesso imparano o disimparano ad amare alcuni cibi. Il tutto in una assoluta normalità. Tranquillizzi la nonna, ma le chieda di accettare serenamente le sue decisioni di genitore. Cara Ilenia lei ha tutto il mio sostegno perché si sta comportando nel modo migliore per il bene di Giulio. A proposito, a cena non insista troppo con la pasta, sarebbe assolutamente, indiscutibilmente controproducente, ma magari modifichi il modo di proporgliela colorandola con verdure, legumi, carne … e poi, se vogliamo dirla tutta, la pasta è considerata indispensabile solo in Italia… mi spiega come fanno a crescere tutti i bambini degli altri Paesi dove la pasta non è il piatto nazionale?

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio