L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Più frutta e il pasto diventa equilibrato

Nome: giorgia
Età del bambino: 13 mesi
Sesso: femmina
Comune: miano
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Salve, sono mamma di una bimba di 13 mesi e vorrei sapere se la sua alimentazione è corretta. Premetto che pesa 10,650 kg ed è alta circa 77 cm. Allora, la mattina si sveglia alle 7.30 e beve 216 gr di latte e un biscottino. Alle 12 mangia tre cucchiai di pastina con verdure e alternando carne, tutti i tipi, o pesce (non superando un vasetto la settimana), e frutta. Nel pomeriggio verso le 4 mangia un formaggio fresco alla frutta. Alle 18 cena con minestrina o pastina con formaggino e, per secondo, del formaggio fresco (tipo crescenza) e frutta. Poi prima di andare a letto, alle 22, 220 gr di latte con un biscottino. Da premettere che mangia due volte a settimana il sughetto di pomodoro, i legumi e qualche volta un uovo. Spero vada bene, ci tengo molto che mia figlia abbia una giusta alimentazione. Grazie. Aspetto risposta.
Più frutta e il pasto diventa equilibrato

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Gentile signora Maria, la sua bambina si trova sopra il 50° percentile per la lunghezza e sopra l’85° percentile per il peso. Ciò significa che rispetto alla media delle bambine della sua età Giorgia è un po’ più lunga e pesa di più. È necessario dunque continuare a migliorare la sua alimentazione. Ecco alcuni consigli. Per quanto riguarda il latte può evitare di aggiungere il biscottino, sia la mattina che alla sera, e ridurre a 200g.quello della mattina e a 100 al massimo quello della sera, visto che non deve essere un altro pasto dopo la cena, ma solo una “coccola” per farla addormentare. Mi raccomando, non aggiunga né zucchero, né miele. Per il pranzo e per la cena lei mi parla di vasetto, minestrina, formaggino… alimenti che ricordano quelli usati per lo svezzamento e che non richiedono masticazione. A 13 mesi, invece, Giorgia può iniziare a mangiare formati di pasta un po’ più grande, carne e pesce non omogeneizzati ma tagliati a piccoli pezzettini, verdura e legumi non passati. Ovviamente controllando la provenienza e la qualità degli ingredienti. Nella sua descrizione, infine, manca un alimento importantissimo per rendere l’alimentazione di Giorgia davvero “giusta” ed equilibrata: la frutta! C’è n’è solo una parvenza nella merenda a base di formaggio fresco alla frutta. Perché non mangiare della frutta fresca, e non solo a merenda, ma anche a fine pranzo e a fine cena? Riducendo la pasta a 20 grammi si avrà così un pasto equilibrato. Continui a tenere d’occhio l’alimentazione della sua bambina e di tutta la sua famiglia, un abbraccio.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio