L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Obesità infantile

Nome:
Età del bambino:
Sesso:
Comune: La spezia
Area tematica: Altro
Domanda: Salve, mio figlio di 8 anni è alto 128 e pesa 34 kg. Non mangia frutta e verdura, ma pasta, latte, pane, salumi, carne. No pesce, no sode, ma acqua naturale. Ha un pancione esagerato nonostante si alleni 3 volte alla settimana a calcio. Sono disperata, non so più cosa fargli da mangiare. Noi in casa viviamo di frutta e verdura mentre lui più di carboidrati. Mi si spezza il cuore vederlo cosi gonfio. Cosa posso fare? Grazie infinite
marina cammisa

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Arianna, come è noto il peso è il risultato di un bilancio tra consumo di energia (attività fisica, metabolismo basale) e la quantità di calorie assunte (alimenti), è quindi evidente che il bilancio nel caso di suo figlio è a favore dell’eccessivo, o, quantomeno, inadeguato e scorretto introito alimentare. Come questo sia potuto succedere in una famiglia che fa molto uso di frutta e verdura è difficile da comprendere, se non fosse, per esperienza, che spesso i bambini dettano allegramente le loro regole senza che i genitori impongano le loro. Quando questo meccanismo si inceppa però, e lei dice “sono disperata”, è il momento di riprendere le redini della situazione, prima che il suo problema diventi anche un problema per suo figlio, e che serenamente, con tenacia ed intelligenza, lei ricominci a rivedere il vostro schema alimentare. Questo non significa privare completamente il bambino di quello che più gradisce, ma alternarlo a cibi meno graditi, senza sostituzioni, a costo di qualche digiuno. Per esempio non dobbiamo eliminare i panini, ma semplicemente ridurne il volume, offrirli meno farciti e con un po’ di verdura, e magari solo come spuntino; oppure dobbiamo preparare dei secondi, come frittate, polpette, polpettoni che abbiano un po’ di verdura all’interno e/o dei primi con un po’ di crema di verdura. In realtà non esistono formule e non esistono consigli sicuri. Sono certa, però, che una maggiore serenità, infatti la sua attuale indecisione confonde soltanto il bambino e lo fa perseverare nei suoi comportamenti alimentari sbagliati, ed una maggiore determinazione ad ignorare i capricci che ne potrebbero derivare, saranno molto utili a lei e suo figlio. Anche la mensa scolastica, se ben seguita, può essere d’aiuto.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio