L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Omogeneizzati a 7 anni

Nome:
Età del bambino:
Sesso:
Comune: roma
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Buonasera, mio nipote ha 7 anni, non mastica e ingoia solo pastina n° 5 con frullato di lenticchie, cipolla e carota preparato dalla mamma. Ingoia yogurt e formaggino o vasetti di pollo o coniglio. Il bambino non ha nessun problema a livello odontoiatrico. Dice di avere paura. Da quattro anni siamo con una psicologa che continua a dire che dobbiamo avere pazienza. Ogni seduta sono 60.00 euro. In famiglia c'è sempre armonia. Non è figlio unico ma ha una sorella di 8 anni che mangia tutto regolarmente. Mai avuto problemi nella nostra famiglia. Mi aiuti sono un nonno disperato.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Gaetano, non sappiamo ciò che ha fatto scattare nel bambino questo meccanismo di rifiuto dei cibi solidi, né se siano utili gli incontri con uno psicologo. Come succede spesso in questi casi non abbiamo delle risposte sicure. Quello che proponiamo intanto è di eliminare gli omogeneizzati o i cibi infantili già pronti (cioè dell’industria) sostituendoli con carne, pesce e altri alimenti freschi. Il primo passo deve essere quello di fargli conoscere nuovi sapori, gli stessi che il resto della famiglia condivide. Anche se magari all’inizio mantenete l’omogeneizzazione degli alimenti, il bambino deve comunque pranzare con voi e mangiare i vostri stessi alimenti. Superata questa fase comincerete a fare come si fa durante il divezzamento e cioè a sminuzzare sempre meno finemente i cibi in modo che si abitui a nuove consistenze.

Altra opportunità per sfuggire a questa limitazione potrebbe venire dal frequentare la mensa scolastica. Quasi certamente all’inizio il piccolo assaggerà solo poche cose, ma questo non dovrebbe preoccuparvi perché con il tempo e l’esempio giocoso dei compagni le cose cambierebbero di sicuro.

Non sarà facile, ma se evitate di parlarne tra di voi come di un fatto scontato (i bambini ascoltano tutto e non cambiano atteggiamento quando l’attenzione di tutti è rivolta verso di loro!), se evitate di raccontare ad altri questo problema, se non ne parlate con lui ignorandolo durante i pasti, anche a costo che mangi poco o niente, sono certa che progressivamente otterrete dei buoni risultati. A tutti i bambini piace essere al centro dell’attenzione ed ognuno cerca il modo per lui più facile. Ciò che bisogna assicurare ai piccoli è un ambiente sereno, una famiglia che vuole loro bene ed un pasto caldo, tutte cose che lei, nonno Gaetano, saprà garantire al suo nipotino.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio