L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Per i bambini non diete, ma alimentazione corretta

Nome: Francesco
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Lecce
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Salve, mio figlio ha 5 anni e pesa 36 kg per 120 cm, cosa posso fare per farlo dimagrire? E’ molto goloso. Io a casa non ho praticamente niente tra merendine e dolci per non dargliene. A colazione mangia latte e cereali, a merenda un frutto, a pranzo in genere un primo con verdure o legumi e a merenda yogurt o frutta e la sera in genere un secondo con verdure. Gli faccio fare sempre movimento tra mare e passeggiate a piedi o in bicicletta, cerco di stare il più possibile all'aria aperta per non fargli venire attacchi di fame, a casa mangerebbe di continuo e non riesce a scendere di peso. In famiglia ci sono casi di obesità, mio marito è un ex-obeso quindi credo che anche la genetica giochi un ruolo per lui, ma quali sono le giuste quantità da proporgli? Cerco consigli e aiuto. Grazie
Alessandra Piedimonte

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Maria Grazia, come lei giustamente accennava, il sovrappeso/obesità trae origine da una predisposizione genetica, su cui però si instaurano sia errate abitudini alimentari che uno stile di vita non adeguato, che fanno entrambi precipitare la situazione. Come si dice spesso, in maniera un po’ cruda ma abbastanza vicina alla verità, in un campo di concentramento non c’erano obesi, a voler significare che in assenza di un ambiente “obesiogeno” anche una genetica negativa non può espletare i suoi effetti. Purtroppo sulla parte genetica noi non possiamo agire, ma possiamo e dobbiamo fare sempre molta attenzione, soprattutto nei soggetti predisposti, a mantenere un bilancio neutro tra entrate (alimentazione) e uscite (movimento). Il movimento spontaneo è certamente molto importante e Francesco, a quanto racconta, ne fa abbastanza; quindi forse l’eccesso è proprio di tipo alimentare. Le quantità e la struttura dei pasti da proporgli e dunque adeguati per la sua età (non tanto per farlo dimagrire, ma che gli permettano di crescere in maniera adeguata, senza prendere altro peso intanto che cresce in altezza) sono una buona prima colazione (1 tazza piccola di latte parzialmente scremato + cereali semplici circa 30 g), uno spuntino di metà mattina (un frutto, come già fa) un pranzo con circa 50 g di pasta/pane/riso + secondo (carne 50-60 g / pesce 80 g / formaggi 40 g / legumi 60 g / 1 uovo) + verdura abbondante + 1 frutto, una merenda pomeridiana (di nuovo un frutto, o uno yogurt magro), una cena con un secondo piatto delle quantità dette per pranzo, e ponendo attenzione ai carboidrati, che devono essere in quantità minore (es. 30 g di pane). Sarebbe poi preferibile alternare tra le fonti di carboidrati (semplici e  integrali, pane pasta, riso, avena, farro, orzo, ecc.). Due ultimi suggerimenti: il primo è di fare attenzione ai grassi di condimento, sono una fonte molto comune e molto sottovalutata di eccesso di calorie: un paio di cucchiai al giorno di olio EVO sono più che sufficienti; il secondo suggerimento è di non dimenticare l’importanza dell’acqua e di una corretta idratazione (il decalogo dell’idratazione della SIPPS consiglia circa 8 bicchieri d’acqua al giorno, pari a un po’ più di un litro; sebbene non ci sia differenza tra acqua gassata e non, l’acqua gassata se assunta in grandi quantità potrebbe favorire la dilatazione dello stomaco, il che non può che avere effetti negativi sul senso di sazietà).  Se le quantità consumate adesso da Francesco sono nettamente diverse da quelle indicate le consiglio di portarsi con gradualità sui valori corretti, sempre ponendo attenzione al fatto che questa è una corretta alimentazione e non una dieta dimagrante. Per ulteriori consigli ci contatti nuovamente.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio