L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Perché mi tiranneggia?

Nome: Marissa
Età del bambino: 3 anni e mezzo
Sesso: femmina
Comune: Altamura
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Buonasera, ho bisogno del vostro aiuto. Mia figlia di 3 anni e mezzo non vuole mangiare mai niente. All' asilo non c'è un giorno che le maestre mi dicano che oggi ha mangiato. Sono disperata non le piace niente ed è anche pigra. Non mangia nemmeno da sola e noi non sappiamo più come comportarci. Sono stanca e mi viene da piangere. Davanti ai parenti fa le scenate che non vuol mangiare. Datemi un consiglio. Anche con pappa reale niente di niente non mangia lo stesso.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Lucia, è il caso di dire che a volte questi piccoli sono in grado di farci perdere le staffe: “Ha una mamma tutta per se, può mangiare ciò che vuole, ha l’attenzione sempre puntata sul cibo, anche all’asilo, i parenti che la coccolano e…fa le scenate?”.

Ciò che mi dispiace è che a ogni brava mamma come lei non viene mai il dubbio che queste attenzioni sono troppe: “Non potrebbe essere che Marissa usa il cibo e i capricci per essere sempre al centro dell’attenzione e con grande successo?” I bambini sfruttano tutte le debolezze dei genitori per tenerli saldamente legati a loro, fino a farli piangere, e quale miglior ricatto che il rifiuto del cibo?

Cara Lucia, nessun bambino si è mai lasciato morire di fame, loro sanno calibrare il cibo che serve molto meglio degli adulti. Le vorrei dare qualche piccolo consiglio per non continuare a farsi tiranneggiare:

1-quando è a casa Marissa deve pranzare insieme a voi, seduta alla vostra tavola: non date importanza al fatto che non mangia, continuate a essere sereni e fingete di ignorarla, anzi io direi di ignorare proprio il suo rifiuto di mangiare.

2- non sostituisca mai il mancato pranzo o cena con altro, la piccola deve capire che quello è il momento di alimentarsi

3- non domandi più alle maestre se ha mangiato, ma piuttosto se ha giocato serenamente: lei sente tutto e la controlla

4- quando è con i parenti la ignori, se la messa in scena non ha successo per una o due volte, Marissa capirà che è inutile ripeterla, quando lo deciderà inizierà a mangiare.

Gentile Lucia, porti più spesso la piccola a fare belle passeggiate in modo da stimolare il suo appetito, non parli più di cibo con lei e inviti qualche bambino per giocare, approfittando dell’occasione per fare merenda insieme. Se non riesce a staccarsi da questo comportamento si faccia aiutare da qualcuno meno coinvolto di lei. Sono certa che nel giro di qualche settimana Marissa cambierà atteggiamento e riacquisterete la vostra serenità. Mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio