L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Peso: mio figlio è in forma ma gli altri dicono che è troppo magro

Nome:
Età del bambino: 8 anni
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Ho un bambino normopeso: mangia di tutto e senza problemi (1,43 m per 31 Kg) ed è attivo e sportivo. Il problema è che, nonostante le mie rassicurazioni, lui si percepisce molto magro. Approfondendo mi sono accorta che le mamme dei bambini robusti si rivolgono a me o a lui dicendo che è magro. in classe ve ne sono alcuni di robusti che sebbene alti sono sicuramente 40-45 Kg ma evidentemente sia le mamme che le relative pediatre non li vedono come sovrappeso e vedono gli altri come magri. Non è che tutta la campagna antiobesità dei bambini non ottiene successo perché è l’occhio di genitori e addetti che percepisce la realtà personale come adeguata e quella degli altri come sbagliata? Non è per questo che non si arriva al target con queste campagne? Non è meglio fare come per l’udito, la vista, la dislessia e cioè fare lo screening obbligatorio nelle scuole con qualcuno di competente che dice le cose come stanno ai genitori?
Peso: mio figlio è in forma ma gli altri dicono che è troppo magro

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Lei ha fatto suo il concetto che un bambino che si alimenta in maniera sana, è vitale, fa sport, è un bambino che sta bene. Ma è ancora molto radicato, nonostante le numerose campagne informative sui danni legati all’eccesso di peso in età pediatrica, il concetto – soprattutto tra i nonni ma molto frequentemente anche tra i genitori – che il bambino che sta bene deve essere un bimbo florido (= sovrappeso).

Mi permetta di ricordarle l’importanza della percezione dell’immagine corporea, cioè l’immagine che abbiamo nella nostra mente della forma, della dimensione e della taglia del nostro corpo, e i sentimenti che proviamo rispetto a queste caratteristiche e rispetto alle singole parti del corpo. Tanto si discute su questo concetto quando si parla di anoressia (la paziente magra fino a morire che mentalmente continua a “vedersi” grassa), ma ci si dimentica che anche negli obesi, soprattutto in quelli che vivono in famiglie in cui tutti presentano un eccesso di peso, è presente una distorsione nella percezione dell’immagine corporea che li porta a sottostimare non solo gli introiti calorici ma anche il proprio eccesso di peso e a “vedersi” magri o addirittura sottopeso. E questo avviene anche tra i genitori dei bambini obesi, nei confronti dei propri figli.

Certo, uno screening di massa nelle scuole sarebbe utile per una valutazione reale del problema obesità, per mettere questi genitori di fronte alla realtà che ignorano (o scelgono di ignorare?), e per portare a programmi di cura e prevenzione delle complicanze presenti e future legate a questa patologia. Sarebbe utile cominciare ad educare i bambini al corretto modo di alimentarsi, con programmi che si attuino non solo nelle aule scolastiche ma soprattutto in cucina e a mensa (fare delle porzioni corrette, non concedere il bis, non dare il gelato a fine pasto, ecc).

 

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio