L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Più verdure più sazi

Nome: Serena
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Roma
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Gentili dottori, ho davvero bisogno di un vostro prezioso aiuto. Mi trovo in difficoltà con le quantità di latte per la mia secondogenita. Serena ha 5 mesi e mezzo, 69 cm per 7.550. Tra dicembre e gennaio non era cresciuta molto con solo il mio latte e arrivata in Italia (vivevamo all’estero) il pediatra mi ha fatto iniziare prima dei 5 mesi con il brodo a pranzo più carne e una poppata di late artificiale prima di andare a letto. Vedendo la mia bambina sempre affamata ho aggiunto del latte anche a merenda (merenda confermata anche dal pediatra con frullato + biscotto, e poppata serale sempre con biscotto). Quindi la giornata di mia figlia è suddivisa così: al risveglio allatto a richiesta fino al pranzo che è a base di brodo, alle 16 le do 210ml di latte più 2 cucchiai di biscotto, poi allatto a richiesta a cena e prima della nanna 210ml di latte come alle 16. La piccola però non resiste e quindi ho anticipato il latte serale come cena. Sono giuste le quantità? Credo abbia molta fame anche la mattina, ma non so come comportarmi con il latte artificiale avendo sempre allattato. Quante poppate al giorno considerando che fa il pranzo? Grazie mille, sono davvero molto confusa
Più verdure più sazi

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

cara Erica, mi perdoni ma dalla sua lettera mi risulta molto difficile capire cosa e quanto in effetti Serena mangi. Inoltre la qualità degli alimenti proposti alla bambina sembra essere piuttosto strana. Innanzitutto non c’è alcun motivo per aggiungere biscotti al latte formulato che in tutte le sue forme (starting, proseguimento o di crescita) è già adatto alle necessità del bambino, senza alcun bisogno di aggiunte. Aggiungere addirittura 2 cucchiai di biscotto vuol dire spostare eccessivamente i nutrienti verso gli zuccheri semplici, cosa che non ha alcun vantaggio per la bambina. Penso che stia utilizzando un latte di proseguimento e se è così questo è corretto. Per ciò che riguarda il pasto principale invece non mi dà abbastanza informazioni, perciò forse è meglio che le dica direttamente come secondo le ultime indicazioni delle società pediatriche dovrebbe essere composta l’alimentazione di una cuccioletta di circa 6 mesi ormai.

Colazione circa 210 ml di latte e precisiamo che se usa il latte liquido va bene così, ma se usa un latte in polvere, a 210 ml di acqua vanno aggiunti 7 misurini di polvere. Pranzetto con 25 g circa di semolino o crema di riso o di altri cereali o pastina, conditi con brodo vegetale, due cucchiaini di olio EVO ed un paio di cucchiai di verdure utilizzate per il preparare il brodino passate, seguito da una mezza mela o pera o banana o kiwi (per citare la frutta più facilmente reperibile sul mercato in questa stagione) grattugiate. Al momento può aspettare ancora un mesetto prima di aggiungere la carne o il pesce nella pappa visto che gran parte del latte che Serena assume è formulato e quindi più ricco di proteine rispetto al latte materno. Nel pomeriggio a merenda e alla sera a cena può proseguire ancora coi biberon di latte, sempre senza biscotti. Nei vari momenti della giornata ben venga il seno della mamma che va sempre bene ed aggiunge non solo calorie, ma tanto calore di mamma. Infine una nota. I lattanti, e soprattutto quelli allattati al seno, fisiologicamente crescono molto nei primi 3 mesi per ridurre notevolmente la velocità di crescita nel secondo trimestre. Se Serena sta bene ed il problema è solo una crescita meno veloce si tranquillizzi.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio