L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Prima regola: non disperare

Nome: Adele
Età del bambino: 8 mesi
Sesso: femmina
Comune: bari
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Salve, sono mamma di una bimba di 8 mesi, a discapito di ciò che mi aveva consigliato il pediatra, svezzamento a 4 mesi e 1/2, ho continuato ad allattarla al seno fino ai sei mesi per poi introdurre una pappa giornaliera composta da brodo di verdure, farine varie e 1/2 vasetto di carne, lenticchie o formaggino, con un cucchiaio di olio più olio di lino, alcune gocce di limone e di rado il formaggio grattugiato stagionato (cerco di evitarlo per la presenza di sale, vero che inibisce l'assorbimento delle vitamine? ). La frutta, sia fresca che omogeneizzata, non la gradisce molto quindi ha fatto sempre fatica a mangiarla. A distanza di circa due mesi avrei voluto inserire il pasto serale ma adesso non mangia nemmeno tutta la prima pappa. Mangia alcuni cucchiaini e poi la disgusta, a volte piange. È anche disinteressata al nostro cibo. La notte si sveglia per bere al seno ancora un paio di volte e di giorno, mentre lavoro, preferisce il mio latte alla frutta. Inoltre ho dei dubbi sulla corretta alimentazione: perché il sale no e il formaggio stagionato si? Perché no alla ricotta e formaggi freschi e si al formaggino? Cosa mi consigliate di fare? Potrebbe essere un periodo transitorio per vis dei dentini? Quanto può durare così senza che abbia ripercussioni sulla crescita? Cosa è giusto farle mangiare? Grazie mille e buon lavoro!
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Adele, concordo sul divezzamento a 6 mesi e mi congratulo con lei. Sul perché ci sia questo momento di disinteresse alimentare di Adele, come in molti piccoli alla loro età, non sempre è possibile identificarne le cause. Certamente la dentizione può essere una delle condizioni predisponenti ma a volte può anche dipendere da infezioni virali misconosciute e peraltro asintomatiche ma transitorie o semplicemente da una svogliatezza alimentare tipica di alcuni soggetti. Proverò a rispondere brevemente alle sue domande:
1- un cucchiaino di formaggio stagionato, oltre al sale, contiene le proteine del latte che arricchiscono l’alimento e soprattutto il calcio che è particolarmente importante a questa età;
2- per ciò che mi riguarda, direi sì ai formaggi freschi e solo occasionalmente al formaggino;
3- man mano che passano i mesi la bambina può mangiare tutto quello che è previsto in una corretta alimentazione;
4- potrebbe essere che la piccola gradisca sapori semplici per cui si può provare a non fare un’unica pappa ma a dividere il primo dal secondo piatto;
5- è inevitabile che preferisca il latte di mamma ad altri alimenti, per cui potrebbe essere utile che sia una terza persona a somministrarle il pasto perché in lei cerca l’intimità dell’alimentazione al seno.
Infine, stare seduti a tavola con voi, se apparentemente non sembra interessarle, con il tempo potrebbe stuzzicare la curiosità alimentare di Adele, così come manipolare gli alimenti. Ma mi viene un dubbio: non è che le porzioni a cui lei non fa riferimento sono eccessive? A questa età circa 25-30 g di pastina o creme varie sono sufficienti. Sia tranquilla nell’offrirle il cibo e rispetti i tempi della bambina.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio