L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Problemi di sovrappeso: cosa fare?

Nome: Ivan
Età del bambino: 11 anni
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Mio figlio è alto 158 cm e pesa 68 kg. fa sport 2 volte a settimana, è di ossatura grande (scarpa 41,5) ma sono preoccupata per il sovrappeso. Ho eliminato da 2 anni merendine, bibite gassate, succhi di frutta. Mangia 4 biscotti e latte, a scuola un piccolo yogurt, a pranzo pasta, verdura e un frutto, a cena carne senza olio e verdura cruda o cotta. E nonostante tutto non dimagrisce.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Effettivamente Ivan è in sovrappeso. La sua è un’età particolare perché è il momento in cui si comincia ad essere un po’ più indipendenti e quindi in grado di fare piccoli acquisti autonomi come patatine, gelati, caramelle… che arricchiscono il carico calorico. Indaghi con discrezione se questo capita anche a Ivan, non sottovalutando neanche le eventuali visite ai nonni o a parenti che spesso sono una fonte inesauribile di cose “proibite”.

Fatto questo, dato il buon appetito del bambino, sarà necessario non ridurre la quantità degli alimenti, ma modificarne la loro qualità soprattutto aumentando il consumo di verdure, frutta e  legumi e riducendo la quantità di olio usata nel condire gli alimenti.

Le suggerisco dei primi in cui la pasta si accompagna alle verdure, naturalmente di stagione, in modo che il piatto risulti più abbondante a scapito del suo contenuto calorico. Inoltre è consigliabile un pasto completo composto da primo, secondo, contorno e frutta, in modo che di ognuno se ne possa ridurre la quantità a favore di una dieta sana ed equilibrata e nello stesso tempo saziante.

In realtà tra tutti i rimedi che si possono consigliare, l’unico davvero efficace è non fare avvertire ad Ivan  il  disagio e la preoccupazione della mamma per il suo sovrappeso. Come forse sa, i bambini non si pongono questo problema né come fatto estetico, né tantomeno di salute, fortunatamente aggiungo io!

Sta a lei organizzare i pasti e le porzioni del bambino in modo da non fargli sentire il disagio del sovrappeso e soprattutto la responsabilità di dimagrire.

In questa difficile riorganizzazione dell’alimentazione la famiglia si deve adeguare agli stessi alimenti consentiti al piccolo, secondo l’assunto che se è a dieta un bambino, lo è tutta la sua famiglia.

Cara signora, in questo suo sforzo naturalmente non trascuri l’attività fisica, più corretto definirlo il movimento di Ivan: andare a piedi, salire le scale, giocare con i compagni… che rimane il modo più divertente ed efficace per perdere peso.

 

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio