L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Quante proteine a 9 mesi?

Nome: Edoardo
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Milano
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Salve, sono la mamma di Edoardo un bimbo di nove mesi (11kg 75cm). A sei mesi e abbiamo cominciato lo svezzamento. Fino ad allora solo allattamento al seno. Edoardo però non è tuttora interessatissimo al cibo solido, le pappe le ha sempre rifiutate. La pediatra mi ha detto di cominciare a proporgli ciò che mangiamo noi e io cerco ogni giorno pranzo e cena di proporre vari tipi di cereali verdure e fonti proteiche, poca carne qualche volta pesce ma prediligendo i legumi e cucino rigorosamente senza sale. Mi chiedo se pochi assaggi possano bastare per integrare ciò che comincia a mancare nel latte materno o se devo imporgli quantità più precise soprattutto per quanto riguarda le proteine di cui non vorrei abusare. Non ho ancora introdotto nessun tipo di latticino. Potreste darmi qualche consiglio in più su come gestire le fonti proteiche e in che quantità? Grazie mille e complimenti per il vostro servizio
Tomaselli

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

gentile mamma Alessia, il suo Edoardo si trova al 97° percentile per il peso e sopra l’85° percentile per la lunghezza. Calcolando il suo BMI ( o Indice di massa Corporea) esce fuori un valore di 19,6 che si trova molto vicino al 97° percentile. Tutto questo per indicare una situazione di sovrappeso. Per questo bisogna stare attenti e seguire un programma alimentare adatto alla sua età e ai suoi fabbisogni di crescita. Offrire a 9 mesi quello che si prepara per il resto della famiglia rischia di creare confusione nell’alimentazione del piccolo, squilibri nutrizionali e calorici. Sono importanti invece due cose nell’alimentazione di Edoardo: quantità e qualità.

Dalla sua lettera intuisco che lei è una persona molto attenta: niente sale, poche proteine animali…ma il sovrappeso di suo figlio indica che le calorie introdotte giornalmente sono troppe, nonostante lei mi parli di “assaggi”. Facciamo quindi un po’ di ordine. Il latte materno va benissimo, sia appena sveglio, a metà mattina (se si è svegliato troppo presto), nel pomeriggio e/o prima della nanna. Vanno strutturati meglio il pranzo e la cena per garantire tutti i nutrienti importanti per una crescita ottimale e per una corretta educazione alimentare. Non devono mancare i cereali (pastina o riso sui 20-25g), le verdure, la frutta e le proteine. I legumi possono essere offerti 3-4 volte alla settimana, ma è importante alternarli anche con alimenti proteici di origine animale per il loro apporto di ferro e vit. B12. Può offrire ad Edoardo 20 g di carne bianca (2 volte alla settimana) e di carne rossa (una volta alla settimana), 20-30 g di pesce (3 volte alla settimana) e formaggi freschi (sempre fino ad un massimo di 3 volte alla settimana). Se non è sicura della provenienza e della qualità della carne e del pesce, può ancora sostituirli con mezzo vasetto di omogeneizzato. Io direi di aspettare che Edoardo spenga la prima candelina per avvicinarlo a ciò che si prepara per tutta la famiglia. Mi riscriva e mi faccia sapere come va. Un abbraccio.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio