L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Quanti risvegli durante la notte!

Nome: Claudia
Età del bambino: 6 mesi
Sesso: femmina
Comune: Bari
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Buongiorno, la mia bambina ha da poco compiuto 6 mesi. Ha sempre dormito 4 o 5 ore per poi svegliarsi e, allattandola, si riaddormentava per altre 3 o 4 ore. Da quando ha compiuto 4 mesi e mezzo il suo riposo notturno è calato a pochissime ore con continui risvegli (ogni due, una e anche ogni mezz'ora). Ho provato a darle la sera, verso le 21.30, un po' di latte artificiale o un po' di crema di riso (avendo cominciato da un mese e mezzo con lo svezzamento) ma con cattivi risultati. Come posso aiutarla a dormire e quindi dormire io? Per lo svezzamento procedo in questo modo:mattina alle 8 latte materno; merenda alle 10.30 con mezzo vasetto di frutta; a pranzo alle 12.30, 1 cucchiaio e mezzo di crema di riso o semolino senza glutine, mezzo omogeneizzato di carne, brodo vegetale; la merenda delle 16 con latte materno; la cena alle 18.30 uguale al pranzo; dopo cena, alle 21.30, 50gr di latte artificiale e latte materno; durante la notte latte ai risvegli... Cosa correggere? Aspetto una vostra risposta. Grazie.
Quanti risvegli durante la notte!

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Gentile signora mi sembra di capire che la sua piccola Claudia aveva un sonno regolare fino a quando ere allattata esclusivamente al seno. I problemi sono cominciati quando ha cominciato il divezzamento che è avvenuto all’età di solo 4 mesi e mezzo. Così che sua figlia a 6 mesi d’età ha un tipo di alimentazione che in maniera graduale avrebbe dovuto raggiungere invece a 8 mesi. Molto probabilmente la sua Claudia a 4 mesi e mezzo non era ancora “pronta”, a ricevere quel tipo di alimentazione. L’Organizzazione Mondiale della Sanità infatti consiglia di cominciare il divezzamento a 6 mesi d’età, quando l’intestino e l’apparato renale del bambino sono abbastanza maturi per ricevere un carico di proteine e di soluti diverso da quello offerto dal latte materno o artificiale (per avere maggiori informazioni può andare nella nostra sezione Svezzamento). Quindi, detto questo, Claudia si sveglia spesso di notte non perché ha fame, ma molto probabilmente perché ha dei fastidi a livello intestinale dovuti ad un precoce divezzamento. Per questo darle altro latte artificiale o crema di riso è controproducente e può perfino peggiorare la situazione. Io le consiglio di continuare ad allattare al seno senza dare aggiunte di latte artificiale, mentre mi rivolgerei al suo pediatra di fiducia per controllare e curare i probabili disturbi intestinali della piccola.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio