L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Quota proteica nell’alimentazione complementare

Nome: Martina
Età del bambino: 7 mesi e mezzo
Sesso: femmina
Comune: casalgrande
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Salve, la mia bimba pesa 8,65 kg ed è lunga 68 cm. Abbiamo cominciato lo svezzamento a 6 mesi compiuti e dopo un mese abbiamo introdotto la cena. Non ho avuto purtroppo alcuna indicazione sull'alimentazione dalla mia pediatra che mi ha solo detto di usare buonsenso. Ho bisogno di sapere se sto facendo bene, ecco i miei dubbi: i carboidrati devono essere sempre presenti sia a pranzo che a cena? Attualmente li sto dando a entrambi i pasti come segue: a pranzo (ore 12.30/13.00) una pappa con tre cucchiai di crema mais tapioca/riso/semolino/multicereali con 30 gr di verdure e ricotta/pesce/carne 30/40 gr (in tutto viene fuori una pappa sui 200ml) e a cena (ore 19.30/20.00) 2 cucchiai di pastina condita con verdure 30 gr e ricotta/pesce/carne 30/40 gr. Metto sempre olio e parmigiano. Vanno bene queste quantità?Per garantire il giusto apporto proteico è meglio puntare sulla carne o sui legumi? Io darei volentieri una volta in più legumi e una volta in meno carne in quanto non voglio esagerare nel darle carne ma non so se è corretto.Come spuntini do metà frutto alle 10.30 (fa colazione col mio latte alle 6.30/7.30 oltre a una poppata notturna verso le 3.30 ) e alle 16.30 uno yogurt bianco con mezzo frutto. Nell'arco della giornata, dopo pranzo o alla sera fa un'altra bella poppata a suo piacimento. È giusta la quantità delle merende? Molte grazie.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Letizia, l’alimentazione complementare è un passaggio importante e muoversi con il buon senso può non garantire le scelte più corrette. Rispetto a quello che ci racconta la problematica principale risiede nell’eccessivo carico proteico. Deve sapere che 1 omogeneizzato classico di carne da 80 g contiene 30-35 g di carne appunto e, secondo gli ultimi LARN, bisognerebbe che un neo-divezzo ne consumasse circa 1/3-1/2, arriveremmo quindi a 10-15 g di carne per una bimba come Martina contro i 40 g attualmente forniti. Riduca pertanto le porzioni della carne e del pesce (quest’ultimo a 15 g) e utilizzi i legumi in 3 o 4 dei 14 pasti settimanali, in alternanza anche con formaggio e uova. Non dimentichiamo poi che il parmigiano, aggiunto spesso con troppa disinvoltura, rappresenta di per sé una fonte ricca di proteine e, purtroppo, di sale e va pertanto utilizzato non ad ogni pappa e sempre con molta moderazione.

Per quanto attiene alla domanda sui carboidrati, la risposta è “sì”, è opportuno che dei cereali vengano consumati sia nel pranzo che nella cena al termine delle quali dovrebbe inserire una porzione di frutta. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio