L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Rallentamento della crescita: attenzione al precoce adiposity rebound

Nome: Ernesto
Età del bambino: 4 anni e 2 mesi
Sesso: maschio
Comune: San Pietro in Cerro
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buonasera, mio figlio è sempre stato un gigante, poi ha quasi completamente smesso di crescere. A 2 anni era 102/103 per 21 kg. Ora, a 4 anni, è 108 cm per 20 kg e questo rallentamento mi preoccupa. Confrontato con le curve percentili è sempre stato fuori scala in una costante proporzione inventata da me: il 110 percentile. Ora è intorno all'87esimo.Un po' forse è dovuto all'alimentazione ?A pranzo mangia pasta o ravioli, e posso variare molto, ma a cena sostanzialmente rifiuta qualunque cosa che non sia uno di questi alimenti: peperoni (crudi e sconditi), carote (crude e scondite), prosciutto cotto, mele, banane, olive nere, formaggio.Nel pomeriggio a merenda mangia biscotti. È una alimentazione sufficientemente varia? Ora è longilineo ma se continua a non crescere di peso tra un po' sarà magro. In famiglia siamo mediamente alti (io e mio marito 175, i nonni 3 normali sul basso e uno alto 190, i cugini da un lato altissimi, dall'altro normali). Non vado dal pediatra da 2 anni e non ho un pediatra che segua mio figlio attualmente. Questo anche perché è un uragano di energie e non ha mai il minimo acciacco. Dovrei farlo visitare?
Rallentamento della crescita: attenzione al precoce adiposity rebound

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Sara intanto vorrei se mi permette cominciare dalla fine e quindi consigliarle di fare visitare Ernesto dal pediatra anche se fortunatamente non ha spesso patologie acute. Il controllo dello stato di salute e di nutrizione nel tempo (i cosiddetti bilanci di salute che il pediatra fa periodicamente) è infatti molto importante per valutare eventuali campanelli d’allarme di situazioni da tenere sotto controllo. Capisco che il calare dal “110°” percentile all’87° può far preoccupare, ma consideri sempre che il bambino medio si attesta intorno al 50°-75° per cui siamo comunque ben sopra la media, e anche la crescita iniziale esplosiva può giustificare l’attuale rallentamento; tra l’altro, indagherei anche tra nonni e parenti per capire se per caso questo tipo di crescita (esplosiva all’inizio, più “normale” dopo) non sia una caratteristica di uno dei due rami della famiglia. Ancora, è importante anche valutare il rapporto tra peso e altezza, e questo nel caso di Ernesto risulta essere assolutamente nella norma (come potrà lei stessa valutare con il nostro Bimbometro. Ciò a cui io effettivamente quindi farei attenzione è che non avvenga una precoce (prima dei 5 anni) risalita del BMI, l’indice di massa corporea. A tal proposito la invito a leggere l’articolo della Dott.ssa Cammisa.

Venendo al tema dell’alimentazione, questa per essere corretta dovrebbe contemplare pasti completi e vari sia a pranzo che a cena, prevedendo quindi una fonte di carboidrati (pasta, pane, riso, orzo, patate, etc… i ravioli costituiscono un piatto unico e comunque una eccezione), una fonte di proteine di alto valore (carne, pesce, legumi, formaggi, uova), verdure e frutta. La merenda anche dovrebbe essere più varia prevedendo sì biscotti, ma soprattutto yogurt e frutta, pane e marmellata, pane e pomodoro, ecc.

Anche sul tema della selettività abbiamo scritto molte risposte. Poiché in questo momento il sito è in restyling, ed il motore di ricerca interno è fermo, la invito ad andare sulla pagina e scorrere le risposte in merito che può trovare nelle Aree Tematiche “disturbi dell’alimentazione” ed “educazione”. Sono sicura che troverà molti utili consigli su come muoversi per smontare l’attuale selettività – davvero eccessiva a quest’età – di Ernesto.

Per ulteriori dubbi ci contatti nuovamente.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio