L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Rifiuta il cibo e mi dispero

Nome: Laura
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Milano
Area tematica: Altro
Domanda: Sono disperata! Mia figlia ha iniziato a masticare pochino verso i 22. Ora a 27 mesi è tornata indietro non mastica più, tiene un boccone in bocca anche un'ora, non ha mai fame. L'8 novembre ho il primo incontro con la neuropsichiatra infantile che tratta di problemi di alimentazione! Ma sono demoralizzata, come mi potrà aiutare!? Vedo solo passi indietro e un buco nero di fronte a me! Non cambia la dinamica né con nonni né col papà né all'asilo dove praticamente salta tutti i pranzi! Ora non abbiamo mai indagato su problemi meccanici perché una volta ogni tanto mastica e manda giù. Quali sono le patologie che potrebbero portare a questo problema? O è sicuramente psicologica e sono fregata? Vivo malissimo questa cosa!
marina cammisa

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Sara, l’unico vero sentimento che un genitore nella sua situazione non si può permettere è la disperazione, fa male a lei e non aiuta Laura.

Non fa nessun cenno a come la bambina sta crescendo, non ci dice se comunque la piccola è vivace e di buon umore e se ha fatto esami ematochimici.

Al colloquio con la neuropsichiatra si presenti con più fiducia perché potrebbe essere molto utile per aiutarla a controllare questa preoccupazione infinita e soprattutto per capire come è meglio comportarsi con una bambina che rifiuta il cibo e alla quale le vostre insistenze hanno contribuito a produrre l’effetto opposto. Sono molteplici le situazioni in cui ci tocca fare buon viso a cattivo gioco e questa potrebbe essere una di quelle, cioè non fare trasparire la sua preoccupazione vi aiuterà certamente entrambe. L’unica cosa che mi sento di consigliarle è quella di tenere comunque la bambina a tavola con voi durante i pasti, anche se non toccasse cibo, e di parlarle della bontà di quello che state mangiando, senza forzare e senza disperarsi in sua presenza. Fate in modo che durante il pranzo non si faccia altro ( TV spenta, no libri, no rincorse per casa),  perché deve essere quello il momento dedicato al cibo e all’armonia familiare a cui la piccola deve riabituarsi per desiderare masticare. Le sono vicina, non ci sono consigli giusti, le assicuro che, in questa situazione, un sorriso è più efficace di tante parole.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio