L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Rifiuto del cibo: perché all’asilo mangia e a casa no?

Nome:
Età del bambino: 4 anni
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: La mia bimba ha 4 anni, le maestre mi dicono che all’asilo mangia tutto senza problemi. A casa invece fa fatica a finire le porzioni, in particolare con il pesce e la pasta al sugo, per non parlare delle verdure. Secondo lei perché? Cosa mi consiglia? Devo forzarla?
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Inizio a rispondere dall’ultima delle sue domande: no, non deve forzarla, non avrebbe senso, anzi sarebbe in generale controproducente. Innescherebbe un braccio di ferro interminabile rendendo il pasto un momento stressante per lei e la bimba. Ciò che riferisce è una esperienza comune a molti genitori, all’asilo i bambini per imitazione ed in quanto distratti tendono a mangiare con facilità. Inoltre in quel contesto l’assunzione del cibo non attrae così tanto l’attenzione dell’adulto di riferimento (la maestra che segue tanti bambini insieme), al contrario di quanto accade a casa con la mamma … pertanto il consiglio è di proporre una buona varietà di piatti, mangiando tutti insieme, senza insistere ma invitando ad assaggiare quantomeno una piccola quantità (il gusto si evolve rapidamente). In ultimo, pesce e verdure in particolare non sono spesso molto gradite ai più piccoli, mi chiedo se in famiglia non sia lo stesso per gli adulti, comunque è sempre efficace proporre questi alimenti nell’ambito di polpette, polpettoni, hamburger, come condimento della pasta o farcitura di rustici. Sia paziente, l’educazione alimentare richiede tempo e perseveranza ma è anche fonte di soddisfazione e soprattutto di salute. Mi tenga aggiornato e auguri.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio