L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Rifiuto del cibo: se la tavola diventa un campo di battaglia

Nome: Gabriele Antonio
Età del bambino: 12 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Ogni volta che ci mettiamo a tavola, devo intraprendere una lotta per far mangiare mio figlio. Mi potete dare qualche consiglio per affrontare i pasti con tranquillità?
Rifiuto del cibo: se la tavola diventa un campo di battaglia

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Dalla sua domanda traspare tutta la preoccupazione per una situazione che lei e sua moglie non riuscite più a controllare. Provate a pensare che è un evento limitato nel tempo ed accostatevi con il vostro piccolo al pasto con serenità cercando di vincere l’ansia ed evitando di far sì che il pasto diventi un braccio di ferro per definire il più forte.

Ricordi caro papà che l’ansia provata dagli adulti per situazioni che stentano a controllare si trasmette inevitabilmente ai bambini: dunque preparate il pasto per Gabriele Antonio mettendolo a tavola con voi e consentendogli di toccare e, perché no, di giocare con il cibo (c’è tempo per insegnarli a stare correttamente a tavola) e se lo rifiuta provate a convincerlo ad assaggiare ma senza iniziare un braccio di ferro con lui (le assicuro che ne uscireste sconfitti e scoraggiati), ed eventualmente provate anche a pensare che forse, se non mangia, non avrà fame e mangerà al pasto successivo. Un consiglio: evitate di fornire al vostro piccolo continui fuori pasto per far sì che mangi “almeno qualcosa”, perché questo può peggiorare la situazione. Stia sereno: con pazienza e serenità la situazione si risolverà al più presto. I nonni, meno oberati di impegni e responsabilità, saranno sicuramente ben lieti di aiutare lei e sua moglie.

 

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio