L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Rifiuto del pasto, non assecondiamolo!

Nome: Violante
Età del bambino: 13 mesi
Sesso: femmina
Comune: Reggello
Area tematica: Educazione
Domanda: Salve, mia figlia, che ha 13 mesi compiuti, non ne vuole sapere di mangiare! Dal 6 mese all'anno ha sempre mangiato volentieri le pappine con verdure o carne ed era golosa di frutta, ma ora non ne vuole proprio sapere. Quando è all'asilo mangia tutto, forse perché stimolata dagli altri bambini, ma a casa per la cena non c'è niente da fare. Urli e pianti! Solo latte e biscotti (ne metto 10). Non so proprio più cosa inventarmi... Oltretutto che non vuole nemmeno la roba nostra, solo pastina sua e frullata. Ma si può???? Aiutatemi per favore, grazie.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Silvia, il rifiuto del pasto intorno all’anno può avere luogo anche senza ragioni particolari. L’offerta però di alternative facili da assumere e “confortanti” come latte e biscotti (10 sono davvero tantissimi) non fa che amplificare e strutturare questo atteggiamento. Peraltro, come è evidente per il fatto del pasto normalmente assunto a scuola, Violante non presenta una inappetenza vera ma solo una difficoltà ad andare avanti nei pasti domestici. Cerchi di porle il pasto in una atmosfera allegra e serena e accetti qualche rifiuto senza proporre alternative. Riprenda dalle pappine frullate che ancora mangia e ne modifichi gradualmente gli ingredienti e le consistenze verso un pasto più “adulto” e passi Violante alla mensa dei grandi in modo da condividere il pasto. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio