L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Ritardo di crescita intrauterino e sano sviluppo

Nome: Nicole
Età del bambino: 1
Sesso: femmina
Comune: FILOTTRANO
Area tematica: Altro
Domanda: Salve, sono il papà di Nicole, nata a 30 settimane, grave iugr peso 795 grammi per 33 cm. Siamo stati in ospedale tra terapia intensiva e neurologia sei mesi. Ha recuperato molto bene su tutti i fronti, esami genetici ok, neurologici ok e metabolici niente da segnalare. Purtroppo però ha grosse difficoltà a prendere peso e siamo sotto il terzo percentile anche di altezza. E' stata alimentata cinque mesi con sondini. Non ha problemi a deglutire e non vomita spesso e certe volte mangia bene ma le manca la continuità giorno per giorno e spesso di pappe salate ne mangia poca quantità e il totale giornaliero ne risente.Usa anche il duocal ma prende solo tra gli 80 e i 90 grammi al mese. E' una bimba molto vivace e secondo me per quello che mangia brucia pure troppo. Fortunatamente non si è mostrata incline ad ammalarsi per ora.Ora ha un anno anagrafico e pesa solo 4 chili e 600 per 59 cm. Sono anche andato al Gaslini che mi sta seguendo a distanza. Vorrei magari un parere vostro e qualche aiuto perché vedere la bilancia sempre ferma è un po' avvilente e preoccupante, però come dicono i dottori di esami ne abbiamo fatti anche più del necessario ma sono tutti negativi.Grazie tante
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Caro papà Luca, direi decisamente un inizio in salita per Nicole e per voi genitori; ricordo per gli altri utenti che IUGR sta per ritardo di crescita intrauterino (intra-uterine growth resctriction) che può derivare sia da cause materne che fetali. Il nascere piccolina e prematura sicuramente ha alterato tutte le fasi classiche di accrescimento e acquisizioni e, sebbene fortunatamente la bambina, dai numerosi approfondimenti fatti, risulta in stato di buona salute, è normale che possa mantenere delle difficoltà di accrescimento. Ricordo che ha 2 mesi e mezzo in meno rispetto all’età anagrafica e ha saltato le prime fasi di allattamento in quanto alimentata con sondino, e le piccole dimensioni e la conseguente minore forza nella suzione, possono aver influenzato notevolmente anche le fasi successive. L’integratore assunto è a base di carboidrati e grassi e, sebbene sia un concentrato energetico e pertanto dovrebbe favorire l’aumento di peso, può non favorire l’appetito. La soluzione è sicuramente nel tempo e, sebbene sia comprensibile la sua preoccupazione, deve farsi forza su ciò che le dicono i curanti rispetto alla salute generale di Nicole. Detto ciò, se vorrà darci altre specifiche su quanto e come Nicole si alimenta attualmente saremo lieti di fornirle tutti i consigli possibili. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio