L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Scarso accrescimento

Nome: Giuseppe
Età del bambino: 13 mesi
Sesso: maschio
Comune: gentile
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Cara dottoressa vorrei un suo consiglio. Il mio Giuseppe mangia poco, pesa 7,800kg e il pediatra mi dice che è sottopeso. Non beve latte di nessuna marca. La mattina vuole solo il mio, non fa l spuntino e a pranzo mangia 20gr di pastina e tre cucchiai di verdure o 80gr di carne o pesce. Il pomeriggio a volte salta lo spuntino e poi alle sei mangia la pastina con pesce o pollo o verdure. Di notte lo allatto io. Il problema è che non vuole i derivate di latte. Ancora non cammina e non parla. Sono una alla prima esperienza e sono preoccupata, ditemi voi. Grazie mille
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Cara Gilda, in effetti Giuseppe è al di sotto del terzo centile rispetto alle curve di crescita dell’OMS che rappresentano per il pediatra il punto di riferimento per valutare la crescita dei bambini. Ciò che non so è se il piccolo ha avuto sempre questo tipo di crescita, il che potrebbe essere per lui fisiologico o se si è progressivamente allontanato dal terzo centile o se i suoi genitori sono anch’essi molto magri. Lascio al pediatra questa valutazione che eventualmente richiederà da parte sua ulteriori approfondimenti e mi occuperò dell’alimentazione di Giuseppe.

Un pranzo regolare deve essere costituito da pastina o simili, carne o simili, verdure e frutta. Nel caso di bambini con scarso appetito, come Giuseppe (ma secondo il 90% delle mamme i figli non mangiano abbastanza), si può pensare di ridurre la quota di verdure ad un cucchiaio, in modo da non riempirlo particolarmente. Questo le darà la possibilità di aggiungere uno spuntino, magari di yogurt o frutta, e di ripetere il tutto a cena. Nella sua lettera dice che da al bambino 80 grammi di carne: spero che si riferisca ad 80 g di omogeneizzato e non ad 80 g di carne fresca perché altrimenti la quantità è veramente eccessiva! Quando l’assunzione di proteine è così elevata la conseguenza è una riduzione dell’appetito. E comunque anche l’uso degli omogeneizzati a questa età è sbagliato perché i bambini devono, all’età di Giuseppe, abituarsi ai cibi normali. Una porzione adeguata di carne è di 20 g (che, in termini di omogeneizzato medio – tanto per darle una misura di riferimento – corrisponderebbero a 50 g). Lei non nomina i legumi, e tende a sostituire verdure a proteine come se fossero la stessa cosa, e questi sono ambedue gravi errori.

Dato lo scarso interesse alimentare del bambino, si potrebbe pensare di cominciare a fargli assaggiare gli alimenti che voi consumate durante il pranzo per vedere se nuovi sapori stimolino il suo appetito. Ritrovare il brio del pasto, magari con la famiglia riunita intorno al tavolo, sarà sicuramente molto importante per lui. Per ora non insista con il latte, dato che non è gradito, per fortuna c’è sempre il suo… magari gli faccia condividere la sua colazione nel tentativo di convincerlo per imitazione. Soprattutto sia serena, perché ansia e buona alimentazione non vanno d’accordo.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio