L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Sciroppi vitaminici sostituti di frutta e verdura

Nome: Anita
Età del bambino: 2 anni e 8 mesi
Sesso: femmina
Comune: Castelfranco Veneto
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Buongiorno, la mia piccola mangia solo poche cose che conosce e gradisce. La sua dieta consiste in latte, pane morbido o mollica, budini o yogurt, pasta e riso in bianco, prosciutto cotto e wurstel. Non ha mai avuto problemi di crescita sembra più grande della sua età per l'altezza ed è normopeso. Adesso arriva l'inverno e mi preoccupa che non voglia neanche avvicinarsi a frutta e verdura con la conseguente mancanza di vitamine. Adesso ha cominciato l'asilo e nemmeno lì assaggia cose diverse. A casa io e il padre mangiamo di tutto, le verdure non mancano mai a tavola però lei continua a rifiutarle. Ho cercato di darle sciroppi per rinforzare il sistema immunitario o orsetti gommosi con vitamine ma non vuole neanche quelli. E il caso di preoccuparmi e considerarlo un disturbo alimentare? Cosa si può fare?
Sciroppi vitaminici sostituti di frutta e verdura

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Virginia, l’atteggiamento di Anita è comune a molti bambini della sua età, esistono infatti delle fasi della vita in cui alcuni tipi di alimenti vengono rifiutati completamente. Il fenomeno si chiama neofobia (fenomeno fisiologico in genere tra1 e 3 anni con la primordiale funzione di evitare l’ingestione di cibi non conosciuti o di aspetto o colore tali da poter far sospettare una certa tossicità). La neofobia è tanto comune da essere stata più di una volta trattata sul nostro sito. A tal proposito la invito a leggere anche l’articolo del Prof. Vania. Le indicazioni sono quelle sostanzialmente di non scoraggiarsi e riproporre più volte gli alimenti rifiutati ovviamente non continuamente ma alternando con cibi diversi e magari cercando di cucinarli e proporli in modi diversi, senza peraltro mai fornire alternative a ciò che oggi avete deciso ci sia nel piatto. Di sicuro il fatto che voi genitori mangiate tutto costituisce uno stimolo positivo per la vostra bimba e probabilmente le farà superare la neofobia velocemente. Per ciò che riguarda gli sciroppi vitaminici o simili in realtà in genere si cerca di evitarne il consumo proprio per evitare che passi il messaggio per cui basta un cucchiaio dello sciroppino e posso evitare di mangiare o di assaggiare gli alimenti che non gradisco. Insomma rischia di diventare diseducativo e inoltre ritardare il momento del superamento della neofobia. Ricordiamo invece di integrare la sola vitamina D (in assenza di altre carenze conclamate) soprattutto nel periodo invernale. Per altri dubbi ci contatti nuovamente

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio