L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Se il bambino mangia quando si annoia

Nome: Abreham
Età del bambino: 33 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, sono la mamma adottiva di un bimbo etiope di 33 mesi. Abreham è con noi da quando aveva 15 mesi. È' sempre stato un bambino molto affamato, soprattutto di cose dolci (in orfanotrofio davano spesso biscotti) e tutt'ora ama molto il cibo, che cerca soprattutto in mancanza di attenzioni o quando si annoia. A tavola è molto più controllato, ma non so se mangi troppo. È alto 90 cm, pesa 14,8 kg e porta il 25 di scarpe. Al mattino beve 250 ml di latte e 30 grammi di cereali o 4 biscotti o 3 fette biscottate con la marmellata. Al nido fa merenda (3 biscotti), pranzo e merenda (succo e due cracker e frutta, fa due merendine perché rimane fino alle 17.30) nel pomeriggio. Beve poca acqua, di più se con succo. Tendenzialmente alla sera minestra di verdure, 30 grammi di pane, formaggio fresco (50 grammi) o pesce e un quarto di pera o mela. Grazie per l’aiuto.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Claudia, i parametri che ci riferisce di Abreham depongono per un eccesso di peso rispetto ad una altezza nella norma, al decimo percentile. Non è infrequente che bambini cresciuti in difficoltà nei primi mesi o anni di vita tendano ad avere delle lunghe fasi di assestamento nella crescita, sia dell’altezza che del peso. La stessa richiesta di dolci ed extra può derivare da restrizioni precedenti. Se effettivamente ai pasti l’assetto è quello descritto non ravvedo grandi eccessi, anche se 50 grammi di formaggio sono un po’ tantini, per l’età; ma evidentemente degli eccessi ci devono essere, e vanno forse individuati proprio in quei momenti della giornata in cui c’è noia o mancanza di attenzioni, che potranno peraltro essere facilmente risolti con qualche attività da fare insieme come giochi, storie e filastrocche, ma non con il cibo. Rimanendo sulla dieta tenderei a ridurre il numero di biscotti e a togliere del tutto di mezzo i succhi, che sono veri alimenti e non bevande da alternare o unire all’acqua. Ritengo molto importante ritrovare il giusto equilibrio negli apporti nutrizionali per favorire una crescita armonica e il ripristino di un rapporto equilibrato con il cibo. Buona crescita!

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio