L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Selettività “da stress”

Nome: Chiara
Età del bambino: 32 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Purtroppo la mia bambina non mangia carne, pollo e pesce. Ho provato a cucinarli in diversi modi ma niente ha avuto successo. Se mette qualche pezzettino in bocca lo mastica e poi lo sputa. Questo ha portato a una carenza di ferro (sideremia 30) che stiamo compensando con le gocce. Neanche all'asilo ci sono riusciti, lì mangia solo la pasta e se le propongono la carne piange e non ci vuole più tornare. Esattamente un anno fa ha avuto una regressione a causa della mia assenza al mattino e della lontananza da casa (lavoravo in un'altra città e ci siamo tutti trasferiti). In quella circostanza ha cominciato di nuovo a succhiare, anche se le mettevo il cucchiaio davanti la bocca. Siamo rimasti lontano da casa per 1 mese. Il suo rifiuto è cominciato lì. Ho dovuto ricominciare lo svezzamento. Ho bisogno di aiuto perchè so che così non può continuare. Chiara pesa 16 kg per 100 cm di altezza ed è vivace. Grazie dell'aiuto.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Barbara, mi sembra quindi ipotizzabile che la selettività attuale di Chiara sia da ricondurre ad una questione emotiva che evidentemente, in una bimba molto sensibile, ha determinato un effetto importante sul comportamento alimentare. Non è infrequente che nella prima infanzia uno stress psicofisico comporti una regressione in alcuni ambiti come quello del linguaggio, dell’autonomia personale o alimentare appunto. Detto ciò le armi che ha a disposizione sono il tempo e la pazienza nel proporre in tutte le modalità i secondi che adesso Chiara rifiuta. Li inserisca come condimento nei primi piatti (pasta al ragù, al tonno) o in associazione ai contorni (v. cotolette di pollo e spinaci) o in vellutate. Non forzi Chiara, semplicemente le proponga il piatto che tutti mangeranno senza dare alternative successive al rifiuto e cerchi inoltre di coinvolgere la bimba, a mo’ di gioco, nella preparazione (v. pesce bollito e patate lesse da lavorare come fosse creta plasmando un bel pesce sul piatto). Le ricordo poi che il ferro non è solo nella carne, ma, come ben sanno i vegetariani, anche nei legumi che possono essere proposti in mille modi diversi, così come nelle verdure verdi e nelle uova. Pertanto si rassereni, e lavorando quotidianamente a questo fine vedrà che gradualmente Chiara andrà ampliando le proprie scelte. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio