L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Selettività/inappetenza a 12 mesi

Nome:
Età del bambino:
Sesso:
Comune: polverigi
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, scrivo in merito all'inappetenza del mio bambino di 17 mesi che mi sta facendo disperare. Il problema è che non mangia abbastanza, anzi, non mangia quasi nulla e probabilmente si sostiene soprattutto grazie agli integratori che prende ogni giorno da qualche mese ormai. Abbiamo seguito dai 6 mesi di vita le linee guida dello svezzamento classico fatto di pappa lattea, a seguire pappa in brodo con carne frullata, verdurine, pastina, ecc. L'inizio non era preoccupante perché il bambino ha subito accettato il cucchiaino e sebbene in quantità non elevate, assumeva quotidianamente un minimo di nutrienti necessari alla sua crescita (sottolineo che è sempre cresciuto poco ma in maniera costante e risulta un pochino sottopeso, oggi pesa ancora 9,5 kg ed è alto 81 cm). Dopo il compimento dei 12 mesi però la situazione è andata peggiorando gradualmente, le quantità di cibo sono diminuite sempre di più fino quasi al digiuno, ho introdotto quasi tutti gli alimenti e ho proposto anche ciò che mangiamo noi adulti, la minestra completa con pastina e carne frullata non la vuole più, non vuole l'uovo, né la frittata a vapore, il prosciutto cotto, non riesco a dare la carne né frullata, né a pezzi, solo qualche volta mangia piccole polpette rigorosamente croccanti, il pesce niente, carote o zucchine lesse le rifiuta. Ho provato vellutate, creme di legumi, piatti colorati o spiritosi. Accetta solo pane, cose croccanti come cracker, cereali, gallette di riso, biscotti, un pezzettino di mela. Mangia solo 4-5 fusilli in bianco, un formaggino e a colazione e merenda spremuta di arancia, latte vaccino con biscottini (circa 300ml/giorno). Insomma non so più cosa proporgli ai pasti e soprattutto non so se assume abbastanza nutrienti quotidianamente, ha suggerimenti? Grazie
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Veronica, vorrei tranquillizzarla, l’inappetenza e la selettività intorno al complimento del primo anno di vita sono abbastanza tipiche e tanto più transitorie quanto meno attenzione vi fanno i genitori. Detto questo capisco il turbamento che questo induce in un genitore, specialmente in una mamma, ma questa preoccupazione ha fatto sì che lei creasse un teatrino alimentare ad ogni pasto (già solo in questo suo breve racconto evidenzia di averle provate praticamente tutte!). Temo non sia una questione di cosa propone a suo figlio, di cui non conosciamo il nome, ma di come l’alimento viene proposto e soprattutto di come il bambino vive il momento del pasto. Nell’ultima parte del suo resoconto elenca un numero cospicuo di alimenti che insieme potrebbero fornire i fabbisogni alimentari di un bambino di 1 anno e mezzo. Li rimetta in ordine, li distribuisca su 5 pasti, unisca alimenti quali frutta e verdura, in piccole porzioni, a fine pasto, accettando che vengano eventualmente rifiutati. Condivida infine tutti i pasti con il bambino alla tavola dei grandi senza dargli troppa attenzione ma offrendo per tutti lo stesso vitto, vedrà che le cose gradualmente miglioreranno. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio