L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Solo pastina piccola

Nome: Christian
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Bari
Area tematica: Altro
Domanda: Buonasera, mio figlio ha 2 anni e 4 mesi e mangia solo pastina piccola con omogenizzati di carne o pesce. Non vuole assaggiare niente, se propongo cibi nuovi serra la bocca e non ne vuole sapere. Assaggia solo cose dolci o pizza pane e focaccia! Non so più cosa inventarmi, ho provato a mischiare omogenizzati con carne o pesce freschi ma niente, appena mangia il primo cucchiaio riconosce il sapore nuovo e non vuole mangiare più niente. Per fortuna almeno la frutta la mangia! Vedo altri bambini che più piccoli di lui mangiano di tutto, so che ogni bimbo ha i suoi tempi, ma penso che almeno qualcosa di diverso a più di 2 anni dovrebbe assaggiarla, anche solo per curiosità, invece lui niente non ne vuole proprio sapere! Cosa mi consigliate di fare? Aiutoooo
marina cammisa

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Clara, ogni bimbo ha i suoi tempi. Noto con piacere che seguire la nostra rubrica è d’aiuto per rafforzare i principi di un sano sviluppo alimentare. Naturalmente “un aiutino”, nell’attesa che i tempi maturino, non fa male. A più di 2 anni Christian dovrebbe già sedere a tavola con la sua famiglia e mangiare i piatti della tradizione famigliare. Comunque, della serie “non è mai troppo tardi”, il bambino deve confrontarsi con quello che voi mangiate, anche solo pasticciando con le mani e il cucchiaino per prendere confidenza con il cibo, sentirsi parte di un gruppo e seguire gli orari degli altri. Non lo forzate negli assaggi, proponetegli ciò che ha già imparato ad apprezzare (pizza, pane focacce soprattutto dolci) magari in porzioni ridotte rispetto ai cibi che respinge, in modo che anche la fame lo aiuti ad apprezzare i nuovi sapori. Non mostratevi insistenti e soprattutto non fate commenti del tipo “questo sicuramente non gli piace” o peggio “questo è quello che piace a te” oppure “purché mangi”.

Cominciate a proporgli solo cose fresche, in modo che possa dimenticare il sapore di quelle omogeneizzate, tritandole sempre meno finemente, non offritegli quantità di frutta maggiore, soprattutto se ha mangiato poco, in modo da stimolargli l’appetito al pasto successivo. Non vi sono formule precise, capisco che è troppo emotivamente coinvolgente il rifiuto del cibo, sappiate però che educare ad una corretta e sana alimentazione è un compito preciso dei genitori a cui non ci si può sottrarre per il suo bene e la tranquillità della famiglia. Per fortuna l’ingresso a breve nella scuola materna vi sarà di grande aiuto. Fatemi sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio