L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Svezzamento: che fare se non beve volentieri il latte

Nome: Francesca
Età del bambino: 7 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Non riesco a trovare un latte che la mia bimba beva volentieri. Abbiamo cominciato con humana 1, poi humana plus. Da circa un mese parmalat prima crescita, ma ancora abbiamo il solito problema. Adesso vorrei provare vita7. Che mi consiglia? Il mio pediatra mi ha detto di aggiungere un po’ di zucchero ma io non vorrei farla abituare. Aiutatemi, non vorrei che perda così presto tutto ciò che di buono ha il latte. Confido in una risposta, la ringrazio.
Svezzamento: che fare se non beve volentieri il latte

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Sono d’accordo con lei nel preoccuparmi di non far perdere alla sua bimba la sana abitudine di bere latte. Dal 6° mese di vita fino al compimento del primo anno il latte consigliato, in assenza di latte materno, è quello “di proseguimento” o “formula 2”. Si tratta di un tipo di latte capace di coprire il fabbisogno di ferro e di calcio con una quantità e qualità di proteine, di grassi e un minor apporto di sodio più adeguate a questa fascia d’età. In questo periodo, infatti, lo svezzamento è già cominciato, per cui molti nutrienti vengono forniti, oltre che dal latte, anche dagli altri alimenti. Il latte “di crescita” (categoria in cui si situa anche il latte “Parmalat prima crescita” da lei citato), invece, è consigliato dopo il primo anno di vita fino a 3 anni. Per questo temo che stia commettendo un errore ad offrirlo alla sua piccola. Anche il latte “Vita 7” è un latte per adulti, assolutamente non adatto ad un lattante. In commercio può trovare molte marche differenti di latte di proseguimento certamente più adatti alle esigenze nutrizionali della sua piccola. È possibile che il rifiuto del latte da parte della sua bimba sia dovuto al consumo di pasti solidi eccessivi offerti poco prima. Provi da offrire il biberon di latte dopo pasti non abbondanti e dopo un ragionevole lasso di tempo.

E se non fosse il latte il problema, ma il tipo di tettarella? Provi a cambiarla con una più adatta all’età della sua bimba. Potremmo avere successo senza dover ricorrere allo zucchero… non molli!

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio