L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Svezzamento: come passare dal latte a cibi solidi

Nome:
Età del bambino: 6 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Ho una bimba di 5 mesi e 20 giorni . Ha iniziato a mangiare brodo con crema di riso e un vasetto di carne bianca più uno di frutta. Gli altri pasti sono fatti di solo latte artificiale. La mia domanda è: gli altri pasti in sostituzione al latte quali possono essere?
Svezzamento: come passare dal latte a cibi solidi

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

La sua bimba ha giustamente iniziato il percorso alimentare definito “divezzamento” cioè un percorso che, da un’alimentazione fatta solo con latte materno o artificiale, la porterà ad inserire in modo sequenziale e progressivo nuovi alimenti diversi dal latte di consistenza liquida, semiliquida o solida. La gradualità che si deve avere nell’introduzione dei nuovi alimenti è bene che sia presente anche nella sostituzione di pasti diversi dal latte. Solitamente, intorno al 6° mese, si comincia con il sostituire un solo pasto, come ha già fatto giustamente con la sua bambina. Tuttavia possiamo rilevare due comportamenti che potrebbero essere migliorati: un intero vasetto di omogeneizzato a sei mesi è decisamente troppo, sarebbe meglio dimezzare, ma lei dovrebbe verificare se l’omogeneizzato è preparato con sale aggiunto. Come il suo pediatra le avrà già detto, prima del compimento del primo anno di vita non solo non è necessario aggiungere sale agli alimenti, ma aggiungere sale a questa età può favorire l’ipertensione in età adulta e, comunque, far innalzare la soglia di percezione del salato, cosa non solo di nuovo inutile, ma anche dannosa. Sarebbe quindi consigliabile preferire il liofilizzato, che in genere non ha sale aggiunto. Non abbia fretta di inserire alimenti a base di carne: il latte formulato che sua figlia assume è già ricco di proteine e di ferro. Per quanto riguarda il momento del pasto “solido” questo non necessariamente deve essere il pranzo, potrebbe essere anche la cena, o il momento in cui in età maggiore si consuma la merenda. Sarebbe carino scegliere, soprattutto per questa fase di inizio, il momento della giornata nel quale sia lei che sua moglie siete a casa, così da godervi entrambi questo bel momento,e anche da potervi alternare nel dare la pappa alla vostra bimba.

Al momento non c’è bisogno di aggiungere già un secondo pasto solido, perché il latte è ancora l’alimento essenziale per il lattante e inserire troppo velocemente un altro pasto solido potrebbe ridurre molto l’assunzione di latte che a questa età è molto importante per il suo contenuto di calcio.

Dunque caro Gianni poiché “chi ben comincia è a metà dell’opera” e poiché il divezzamento è una tappa fondamentale per la salute futura di ogni bambino lo viva serenamente, soprattutto senza aver fretta, ma facendosi aiutare, consigliare e seguire dal suo pediatra, aspettando i giusti tempi per l’introduzione di nuovi alimenti, e rispettando le giuste quantità di alimenti da dare a sua figlia.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio