L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Svezzamento: il passaggio dal seno ai cibi solidi

Nome: Gloria
Età del bambino: 21 mesi
Sesso: femmina
Comune: SPOLETO
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Far mangiare mia figlia diventa un'impresa difficile ogni giorno, perché alterna giorni di fame a giorni di completa sazietà. Come faccio a regolare la sua alimentazione, dato che nonostante abbia introdotto nuovi cibi nella sua alimentazione è ancora attaccata al mio seno? Cordiali saluti!
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Cara Roberta, con l’allattamento al seno è possibile che ci sia una certa variabilità delle richieste della bambina per gli alimenti solidi in base alla quantità di latte che prende. Se il seno viene utilizzato come consolatorio, per cui lei vi attinge tutte le volte che vuole – e “quell’ancora attaccata” mi fa pensare proprio a questo –, è inevitabile che il resto degli alimenti giri intorno a questo alimento principe indiscusso! Considerando l’età della piccola io comincerei a mantenere le due poppate al seno a colazione e merenda, con un eventuale ultimo contatto consolatorio prima di andare a letto, mentre per gli altri pasti permetterei, anzi consiglierei, che la piccola partecipi alla vostra tavola. È il momento che Gloria assaggi le vostre preparazioni, partecipi alla vita alimentare della famiglia e diventi una nuova commensale che comprende che vi sono degli orari e delle quantità da rispettare. Naturalmente si tratta di un passaggio graduale e progressivo, che tenga conto dei tempi della bambina, ma non faccia sconti su ciò che vuole o ciò che rifiuta. Con estrema serenità la sua famiglia deve mostrare a Gloria un nuovo modo di alimentarsi con i tempi degli altri. Credo che la piccola si entusiasmerà per questa promozione e diventerà un po’ più costante nell’assunzione dei pasti. Soprattutto la invito alla serenità: mangiare un po’ meno alcuni giorni, non sarà assolutamente dannoso per la piccola, mentre lei riacquisterà una tranquillità che inevitabilmente comunicherà a sua figlia, che a sua volta la renderà felice e ancora … Tocca a noi il primo passo. Mi tenga informata.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio