L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Lo svezzamento precoce o ritardato non riduce il rischio di allergie

Nome: Beatrice
Età del bambino: 5 mesi
Sesso: f
Comune: Treviso
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buongiorno, Beatrice pesa 6,5 kg ed è lunga 64 cm. Ha fatto da poco 5 mesi e una settimana. La pediatra mi ha consigliato di iniziare già con la frutta e con le pappe, in quanto sostiene che il peso è un po' sotto la media (ma comunque va bene) e che preferisce inserire gli alimenti prima del sesto mese per evitare gli anticorpi ai nuovi alimenti che creano allergie. Io sinceramente volevo aspettare che imparasse a stare seduta prima di iniziare per avere una deglutizione corretta. Ho fatto presente i siti Oms e Ministero della salute sullo svezzamento, ma senza successo. Voi cosa mi consigliate? Grazie
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Erika, concordo che il peso di Beatrice è nella norma. Come già mi conferma di aver letto nelle linee guida dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità), si consiglia il divezzamento ai 6 mesi. L’introduzione precoce o ritardata di alimenti non sembra, di fatto, secondo la recente letteratura, ridurre di per sé il rischio allergologico, obiettivo che si ottiene, invece, mantenendo l’allattamento materno in corso di divezzamento. Concordo che Beatrice sarà facilitata nell’intraprendere l’alimentazione complementare quando avrà maggiore stabilità nella posizione seduta e nel maneggiare le cose. Spero di esserle stato d’aiuto, buona crescita e buon anno.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio