L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Sviluppo del bambino: tenere d’occhio la curva di crescita

Nome: Alice
Età del bambino: 8 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Scrivo per dare le informazioni che mancavano: i 50 gr di carne sono freschi e da me omogeneizzati quindi da diminuire a 20 gr come da consiglio. Io sono 158 cm e il mio compagno 172 cm, quindi non siamo alti. Vorrei inoltre capire perché mi dice “crescita sovrabbondante, pericolo sempre all’orizzonte e tanto più temibile nel caso di uno IUGR”. Quindi il ritardo di crescita intrauterino si ripercuote dopo la nascita? La mia pediatra mi ha detto che non c’è alcun collegamento. All’ultima visita Alice era 7,7 kg e 66 cm, quindi in 2 settimane circa è aumentata di 300 gr e 0 cm! Avendo adesso 8 mesi è andata al 10° percentile. La pediatra mi ha prescritto esami del sangue (già fatti in attesa del risultato) e delle urine (prenotati) per verificare celiachia o altro. Purtroppo l’esame dell’ormone della crescita può essere fatto solo dopo 1 anno. Mi ha aggiunto anche un cucchiaio di biscotto granulato dentro al latte della colazione. Nel frattempo la bambina che non ha mai rifiutato il cibo sta passando qualche giorno di poco appetito… forse è stato il biscotto aggiunto oppure è troppo piena di tutto questo mangiare… forse sono i denti (ancora non ne ha).

Sviluppo del bambino: tenere d’occhio la curva di crescita

Cara mamma, bene per la diminuzione delle proteine, in riferimento alla questione dello IURG (ritardo di crescita intrauterino), infatti, gli studiosi hanno evidenziato che vi è una maggiore tendenza al sovrappeso in bambini con IURG o di basso peso alla nascita e questo è particolarmente vero nel caso di una alimentazione troppo ricca in proteine cosa che lei ha prontamente corretto!

Per quanto riguarda l’accrescimento, i 300 g sono assolutamente adeguati in 2 settimane considerando che a 7/8 mesi l’incremento atteso è di circa 100 g/settimana, per quanto attiene l’altezza invece, rinvierei a controllo successivo in quanto la misurazione in una bimba così piccola può spesso essere imprecisa e in particolare, se condotta da un diverso operatore (pediatra/sostituta pediatra) può dare risultati diversi. Attenda i risultati delle analisi con serenità, lei e il papà della bimba non siete dei giganti e come già detto ogni bimbo può attraversare delle fasi di rallentamento della crescita; le curve sono fondamentali per seguire l’andamento, ma non possono rappresentare l’esatto percorso evolutivo di ogni singolo bambino. Per la flessione dell’appetito invece molto probabilmente è coinvolto il repentino incremento delle temperature, proponga il pasto con la solita naturalezza e senza insistere, magari eliminando il biscotto granulato che nulla aggiunge all’alimentazione della sua bambina se non più zuccheri.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio