L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

telarca, latte, estrogeni

Nome: Margherita
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Terni
Area tematica: Altro
Domanda: Buongiorno dottoressa, avrei alcune curiosità riguardo l'alimentazione di mia figlia di un anno. Premetto che abbiamo fatto allattamento misto dalla nascita e la bimba ha sempre bevuto e beve tutt'ora un biberon prima di andare a letto intorno alle 22.30 (circa 200gr dai dieci mesi circa ad e ora). Prima beveva anche un altro biberon durante la giornata (a colazione o merenda) che da qualche giorno ho eliminato e sostituito con yogurt e un paio di biscottini. A pranzo mangia pastasciutta (circa tre cucchiai) con sugo di pomodoro e carne trita con parmigiano, oppure sugo di tonno o verdure (broccoli), a cena crema di riso con brodo di carne o verdura e 40 gr di formaggino, occasionalmente aggiungo anche carota grattugiata, poi comunque assaggia anche un po' dei nostri piatti (uovo, melanzane, patata lessa, purtroppo non ama molto il pesce o i legumi che ogni tanto cerco di continuare a proporre). Alla fine di ogni pasto le do sempre un po' di frutta, banana o mandarini a pezzetti e a volte anche le vaschette di frutta frullata. Vorrei sapere se la frutta è meglio somministrarla in un altro momento (prima del pasto o negli spuntini di colazione e merenda?). Inoltre, vorrei sapere come eliminare il latte della sera. Premetto che il seno lo prende ancora se si sveglia durante la notte, qualche volta al pomeriggio, ma lo cerca sempre meno. Ho paura che togliendo il biberon di latte artificiale della sera non si addormenti o si svegli ripetutamente. Potrei sostituirlo con qualcosa di più leggero tipo un latte vegetale? Grazie per i consigli che vorrà darmi e buon proseguimento nel suo lavoro.
marina cammisa

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Valentina, non capisco perché abbia eliminato il latte dalla colazione e merenda di Margherita sostituendolo esclusivamente con yogurt e soprattutto perché desidera sostituire il latte della sera con uno vegetale come se fosse un passaggio obbligato da fare a questa età. Non mi risulta che il latte di crescita o quello fresco sia dannoso per i bambini. Molte sono le occasioni in cui negli ultimi anni, anni durante i quali si è alla ricerca di soluzioni alimentari fantasiose quanto dannose e lontane dalla nostra cultura alimentare, si pone il latte come alimento non indicato perché non specie-specifico (cioè, secondo queste teorie, non adatto all’uomo perché “nato” per altra specie animale) e, secondo alcuni, poco controllato nei suoi possibili inquinanti. Credo che tutto ciò abbia creato molta confusione nelle persone. Ferma restando la determinazione con cui dobbiamo pretendere un rigidissimo controllo, il latte rimane uno degli alimenti più indicati per i bambini, facile da somministrare, molto gradito, ricco in proteine e grassi ma soprattutto con una elevata concentrazione in calcio. Sostituire occasionalmente il latte con lo yogurt è più che utile, ma imporsi di scambiarlo con un latte vegetale, a meno che non nasconda una scelta vegana, non ha motivo di essere. Quanto alla frutta, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ne consiglia tre porzioni al giorno, che si possono distribuire a piacere durante il corso della giornata, e soprattutto a fine pasto, mentre offrirla prima del pasto non solo non rientra nelle nostre abitudini alimentari, ma potrebbe ridurre poi l’assunzione di altri alimenti altrettanto importanti nell’alimentazione dei bambini.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio