L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Trucchetti per stimolare l’appetito a colazione

Nome: Noemi
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Tavullia
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buongiorno, ho un problema con la colazione di mia figlia. Durante gli altri pasti mangia volentieri anche se è un po' selettiva, se una cosa non le piace tanto ne mangia di meno, però non ci sono grossi problemi. Il mattino la sveglio presto, verso le 6.30, anche perché per le ore 8 deve essere a scuola. Non vorrebbe mangiare e bere niente, il latte fin da piccolina non le è mai piaciuto tanto. Io cerco di ricavare una mezz'oretta di tempo per non metterle troppa fretta, ma finiamo sempre per fare le corse perché, pur facendole scegliere cosa mangiare, devo insistere un po'. A volte mangia una brioche con il cioccolato, il pane con olio o miele, biscotti con gocce di cioccolato. A volte beve tè caldo deteinato, latte con cacao o latte di soia, ma in quantità infinitesimali. Il succo d'arancia le crea acidità il mattino, quindi meglio di no. Sono preoccupata anche perché, se non mangia, poi a scuola fa fatica a seguire le lezioni. Avete qualche suggerimento da darmi? Grazie mille

Trucchetti per stimolare l'appetito a colazione

Cara Meris, il “problema” di Noemi è abbastanza comune purtroppo. Infatti, sebbene la colazione sia uno dei pasti fondamentali della giornata, molto spesso i bambini non hanno abbastanza appetito o per ragioni di tempo non riescono a fare una colazione adeguata. La sua scelta di svegliare Noemi un po’ prima è quindi una scelta ottima, ma a volte non basta. Altri suggerimenti che potrei darle (non so se in realtà già li mettete in atto) sono di:

  • cercare di condividere il momento della colazione (con mamma, papà, eventuali fratelli, etc..) cercando di mantenere la tv spenta, che a volte costituisce una distrazione importante, soprattutto nei bambini già di per sé “inappetenti”;
  • Proporre la parte liquida della colazione nel normale orario del pasto, dando invece qualcosa di solido da mangiare nel tragitto fino a scuola, in modo da dare il tempo anche allo stomaco di “risvegliarsi”;
  • Cercare di variare il più possibile la colazione, alternando il sapore dolce e il salato, e magari preparando il giorno prima qualcosa insieme a Noemi, che possa stimolarla un po’ di più a mangiare;
  • Non forzare nel bere latte o altro. Sarebbe auspicabile, ma di sicuro meglio che mangi qualcosa di solido rispetto a bere solo dei liquidi.

La colazione è una abitudine dell’organismo che si costruisce nel tempo, non desista e vedrà che piano piano sarà Noemi stessa a richiederla. Per ulteriori dubbi ci contatti nuovamente.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio