L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Vorrei variare la cena del mio bambino

Nome: Davide
Età del bambino: 14 mesi
Sesso: maschio
Comune: Trento
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Buongiorno dott.ssa, vorrei sapere come variare la cena di Davide a livello di proteine. Dall'inizio del divezzamento ho seguito la formula della mia pediatra: a pranzo alterno carne (2 volte), pesce (2 volte), legumi (2volte) e uovo intero, con farro, orzo, semola e riso (sempre con passato di verdure). La sera di solito do solo pastina con il passato di verdure e con i formaggi. Ma ogni sera formaggi non è troppo? E' vero che li alterno, usando ricotta, crescenza, fiocchi di latte, provola, primo sale, ecc. però non vorrei sovraccaricare i reni del mio piccolo con una dieta troppo proteica. Può darmi delle alternative, anche per la pastina? Per completezza delle informazioni le dico che Davide fa colazione con frutta fresca e merenda con frutta e yogurt. Beve 260 di latte con 1 biscotto alle 4-0 del mattino. La ringrazio molte, Martina
Vorrei variare la cena del mio bambino

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Martina, l’alternanza dei secondi piatti che attua è abbastanza adeguata, ma in effetti non c’è ragione per dare a Davide, la sera, sempre del formaggio. Consideri che una giusta alternanza dei secondi nell’arco della settimana può essere di 3-4 volte la carne, 3-4 volte il pesce, 3-4 volte i legumi, 1-2 volte il formaggio e 1 volta l’uovo, tutto ciò considerati pranzi e cene e per tutti i 7 giorni della settimana. L’alternanza continua permette di garantire al suo bambino il corretto apporto proteico e lipidico, mentre ciò che evita che la dieta sia troppo proteica sono le quantità (e non la qualità delle proteine). Per la carne fresca è bene mantenersi sui 20 g per l’età di Davide, di pesce si può arrivare a 30-40 g, per i legumi se secchi 20 g e su per giù la stessa quota per i formaggi. Lo stesso discorso dell’alternanza vale ovviamente anche per la pastina per cui può sfruttare il fatto che il suo bambino mangia anche farro, orzo, semola e riso per variare i pasti con uno di questi altri cibi ricchi in carboidrati. L’ultima indicazione riguarda il latte: 260 ml di latte alle 4 del mattino in effetti possono costituire una fonte extra di proteine. Sarebbe meglio, invece, far fare a Davide una colazione con latte e biscotti (210 ml di latte possono andar bene e magari meglio sostituire i biscotti con le fette biscottate) e magari dare di tanto in tanto del latte (100-150 ml) alla merenda del pomeriggio. Se ha ulteriori dubbi non esiti a ricontattarci.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio