L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Vuole solo il semolino? Ci vuole calma e fermezza

Nome: Marco
Età del bambino: 1 anno
Sesso: maschio
Comune: lignano sabbiadoro
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Il mio bambino di un anno non vuole assaggiare niente di diverso dalle pappe preparate con semolino o simili, neanche la pastina. Devo rispettare i suoi tempi o provare ad insistere di più?
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Rispettare i tempi del bambino è la parola d’ordine quando si parla di bambini e alimentazione, ma questo non vuol dire smettere di provare a variare gli alimenti. Insistere a muso duro rende l’alimento poco gradito ed accentua l’avversione che il piccolo prova nei suoi confronti. Il rifiuto di Marco non la deve scoraggiare, ma lo deve vivere come un problema transitorio. A questa età Marco deve già imparare a masticare e ritardare troppo l’inserimento che alimenti che richiedono un minino di “fatica” non va bene. Occorre insistere un po’ per stimolare il piccolo a cambiare comportamento…d’altra parte si dice in genere “vuole la pappa fatta” il che conferma che è comodo mangiare la pappa e un po’ meno aver un ruolo un po’ più attivo. Che cosa fa lei quando Marco non vuole la pastina? Probabilmente cede e gli prepara il semolino, rafforzando così il comportamento del bambino e prolungando il problema di contrapposizione mamma-figlio. Provi a non sostituire più il semolino e le pappe già conosciute e lasci che Marco resti un po’ affamato sfruttando il fatto che una certa fame sviluppa meglio le capacità di accettazione di un nuovo alimento. Infine dia un po’ di pane o un biscotto in mano a Marco e lasci che ne scopra da solo il buon sapore che si apprezza sgranocchiando. Con calma, ma senza cedere, vedrà che le cose cambieranno… in fondo tutti abbiamo imparato a masticare.

Imparare a mangiare è tutta un’opera paziente di assaggio e gioco in cui la mamma, o chiunque si occupi dell’alimentazione del bambino, non si deve fare prendere dallo sconforto, non deve mostrare troppe aspettative, non deve sottolineare gli aspetti negativi dell’alimentazione del bambino e soprattutto deve creare un clima sereno. Qualora lei pensi di essere entrata già in un meccanismo negativo, cara Marisa, si faccia sostituire durante il pasto da qualcuno che non abbia le sue aspettative.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio