L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

Frittata di carciofi

Frittata di carciofi

Quantità per: 1 porzione per bambino 7-8 anni

Frittata di carciofi

Ingredienti

  • Un uovo
  • Un carciofo
  • Olio extravergine di oliva 5 gr (un cucchiaino)
  • Un cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • Prezzemolo
  • Cipolla
  • Sale, pepe

Preparazione

  1. Mondate il carciofo spuntandolo abbondantemente e togliendo le foglie esterne più dure. Ricavato, così, il cuore del carciofo tagliatelo sottilmente e saltatelo in padella con un cucchiaino di olio e la cipolla affettata sottilmente. Abbassate la fiamma e lasciateli stufare aggiungendo, se occorre, qualche cucchiaio di acqua.
  2. Battete l’uovo con il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato, il sale e pepe. Aggiungete le fettine del carciofo e versate il composto in una padella antiaderente. Lasciatelo addensare su fiamma bassissima e, quando si sarà formata alla base una crosticina dorata, capovolgete la frittata e fatela cuocere sull’altra faccia.
  3. A cottura avvenuta fate scivolare la frittata su un piatto piano e servite.

Proprietà nutrizionali e note

I carciofi sono ortaggi dal sapore deciso e buona consistenza in solo 22 calorie ogni 100 g. di parte edibile. Sono particolarmente ricchi di fibra solubile che aumenta il senso di sazietà ed aiuta ad eliminare il colesterolo in eccesso. In cucina i carciofi sono molto versatili perché si possono consumare sia cotti che crudi. I carciofi contengono una particolare sostanza naturale, la cinarina,che aiuta la digestione stimolando la produzione della bile. Hanno dunque proprietà depurative e diuretiche e per questo il consumo di carciofi è utile nei disturbi di origine epatica e renale. Sono ricchi di sali minerali tra cui il potassio, fosforo, magnesio, calcio e ferro.

Un trucco per far mangiare le verdure ai bambini è quello di renderle ingrediente principale e “nascosto” delle frittate. Grazie all’uso di pentole antiaderenti o del forno si può offrire così un secondo ricco di fibra e con un buon apporto di proteine senza aver esagerato con i grassi di cottura per un alimento già ricco di grassi come l’uovo. Questa frittata può essere servita a cena con una fetta di pane e un frutto.


 

 

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli
Dietista
Dott.ssa Maria Anna Tomaselli