Sapori di stagione

L’uva

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli Dietista

Da tavola o da vino, l'uva ha proprietà diuretiche, è facilmente digeribile e utile a chi soffre di stipsi

L'uva

CARATTERISTICHE: L’uva è un frutto a grappoli, composto da una parte centrale legnosa e ramificata (raspo o rachide) a cui sono attaccati gli acini di forma ovale o tonda. La buccia è liscia e può essere di colore verde-giallo (uva bianca) o bruna (uva nera). Esistono moltissime varietà di uva. La specie più diffusa in Europa è la Vitis Vinifera, coltivata per la prima volta 8000 anni fa in Asia, nelle terre comprese tra il Mar Nero e il Mar Caspio.

Esistono due tipi di uva: l’uva da tavola, formata dalle varietà più dolci di uva, con buccia sottile, polpa soda e pochi semi, e l’uva da vino con polpa più succosa e tenera.

L’Italia è il primo produttore al mondo di uva da tavola. Tra le principali varietà di uva abbiamo l’uva bianca Italia, Vittoria, Regina, e l’uva nera Moscato d’Amburgo, Red Globe e Rosada.

CURIOSITA’: L’uva è un frutto antichissimo. In Italia e in Francia sono stati  ritrovati tracce dei suoi semi carbonizzati risalenti al Mesolitico (7.000 a.C.). Per moltissimi secoli l’uva era utilizzata solo per fare il vino e soltanto alla fine del XVII secolo compare sulle tavole dei nobili come frutto per diventare poi un alimento popolare.

Uva

per 100 g.

Acqua

80,3%

Proteine

0,5g.

Lipidi

0,1g.

Glucidi

15,6g.

Fibra

1,5g.

Kcal

61

Vitamine

C,vit.A,B1, B6,acido folico

Sali minerali

potassio, calcio, fosforo

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI: L’ uva è un frutto ricco in zuccheri (circa il16%). Per questo motivo ha un alto valore calorico, circa 60 calorie ogni cento grammi. L’uva contiene poche proteine, pochissimi grassi, e molti sali minerali tra cui calcio, potassio, ferro e fosforo. Contiene minime quantità di sodio, carotenoidi, vitamine A, B (B1 e B6) e C ed Acido Folico (Folacina). Inoltre è particolarmente ricca di sostanze antiossidanti e fenoli, preziosissimi alleati della nostra salute. L’uva contiene più di 15 gr di zuccheri per etto. Si tratta di glucosio e fruttosio, facilmente assimilabili. Attenzione, quindi, all’uva sultanina (comunemente chiamata anche uva passa o semplicemente uvetta) che avendo perduto molta della sua acqua durante il processo di essiccamento, ha una concentrazione di zuccheri che supera il 70% con 283 Kcal ogni 100 gr.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE: l’uva ha proprietà diuretiche, è facilmente digeribile e può essere utile a chi soffre di stipsi. Per la sua ricchezza in zuccheri, l’uva deve essere, però, consumata con moderazione dai diabetici e dagli obesi.

COME SCEGLIERLE: la stagione dell’uva è la tarda estate e l’autunno. I grappoli vengono raccolti maturi e  dopo la raccolta non maturano ulteriormente. Per questo non vanno mai comprati grappoli di uva acerba.
Gli acini devono essere saldamente attaccati al grappolo e il gambo deve essere verde e flessibile. Gli acini di uva sono molto delicati a causa della buccia molto sottile. Per questo i grappoli non vanno deposti in casse profonde, ma in scatole perforate, separati tra loro e con al massimo due strati. La tipica patina bianca che avvolge ogni acino è un importante segnale della sua freschezza e tende a scomparire con il tempo.

CONSERVAZIONE: l’uva va conservata in frigo, in un contenitore perforato, dopo aver asportato tutti gli acini  marci. Può  essere conservata anche per una settimana e va lavata sotto l’acqua corrente solo prima di consumarla.

IN CUCINA: l’uva da tavola può essere usata per preparare marmellate, arricchire una macedonia o decorare una torta alla frutta. Esiste anche il succo di uva. L’uva passa, invece, può essere un ingrediente saporito di  primi piatti, secondi e, naturalmente, molti tipi di dolci.