L'impegno di Coop Equipe Medica
×

Sapori di stagione

Nespole

Nespole

CARATTERISTICHEle nespole sono il frutto del nespolo giapponese il cui nome botanico è Eriobotrya japonica. Si tratta di un albero sempreverde, di medie dimensioni, resistente al freddo e che  si è adattato molto bene al clima europeo. La nespola è un frutto tondeggiante con una buccia dura giallo/arancio e una polpa acquosa che racchiude 5 semi tondi e grossi. Le qualità più diffuse sono la Precoce di Palermo, la Champagne, la nespola di Ferdinando, la Mogi, la Tanaka, il nespolone di Trabia, e la Early Red.

STAGIONE: le nespole sono tra i primi frutti primaverili e la loro raccolta va da marzo a Giugno.

CURIOSITA’: Il suo nome scientifico “Eriobotrya” deriva da due termini “erion” e “botrys” che significano “peloso” e “grappolo”.  Le nespole, infatti, quando sono ancora acerbe, sono dei grappoli ricoperti da una delicata peluria. Esiste un proverbio popolare che recita: “col tempo e con la paglia maturano le nespole”. Oltre a insegnare ad avere pazienza nella vita, ricorda che le nespole vanno fatte maturare in un luogo asciutto e fresco, perché appena raccolte hanno un sapore acidulo.

 

NESPOLE

  Per 100 g.
Acqua 85,3%
Proteine 0,4 g.
Lipidi 0,4 g.
Glucidi 6,1g.
Fibra 2,1g.
Kcal 28
Vitamine Vit.A, Vit. C, niacina.
Sali minerali Potassio, fosforo, ferro, calcio, rame, zinco, magnesio, selenio.

 

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI: la nespola è un frutto ricchissimo in acqua, povero di proteine, grassi e calorie. Un etto, infatti, apporta solo 28 Kcal. È ricca di minerali e di vitamina A. e C. Le nespole mature, inoltre, contengono molta pectina, una fibra solubile che riduce il colesterolo cattivo.

CONSERVAZIONE: al momento dell’acquisto vanno scelte le nespole dalla buccia integra, non ammaccata o macchiata. Si possono conservare in frigorifero, nello scomparto della frutta e verdura, per alcuni giorni.

Le nespole vanno consumate ben mature perché da acerbe sono ricche di tannini  che provocano una fastidiosa azione stringente in bocca e nell’intestino. Una volta mature, invece, sono dolci e leggermente lassative.

IN CUCINA: Le nespole sono consumate soprattutto come frutta fresca, anche se si possono preparare marmellate, gelatine o possono essere usate per preparare torte e crostate alla frutta. Con i noccioli delle nespole si prepara un famoso liquore, il Nespolino, il cui gusto ricorda quello dell’Amaretto.

 

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli
Dietista
Tomaselli