L'impegno di Coop Equipe Medica
×

vuota

Tornare in forma dopo le feste natalizie in 5 mosse

16440731 - tape measure around a bauble concept symbolizing christmas weight gain from eating too much food

Si calcola che una persona durante le feste natalizie aumenti di peso dai 2 ai 5 kg. Pranzi e cene copiose con parenti, amici e colleghi, panettoni e pandori, torroni e biscotti…

E i bambini?

Anche loro hanno partecipato alle tavole bandite dei grandi e hanno avuto più disponibilità di dolci in casa, chiudendo “in dolcezza” le vacanze natalizie con le caramelle portate dalla Befana.

Anche loro, probabilmente, saranno aumentati di peso, calcolando che agli eccessi alimentari si è aggiunto lo stop di tutte le loro attività scolastiche ed extrascolastiche. Le ore di TV e di sonno sono aumentate nelle fredde giornate di vacanza e anche loro, insieme ai loro genitori, si sono rilassati staccando dallo stress di tutti i giorni.

Ed ora? Bisogna correre ai ripari, grandi e piccoli.

Per smaltire i chili accumulati non è necessario digiunare o seguire diete drastiche o “fai da te”. Queste potrebbero essere pericolose per la salute, soprattutto per i bambini, oltre che inutili, dal momento che i chili persi verranno ripresi.

Se l’aumento del peso durante le feste appena trascorse è solo di 1-2 chili, questi andranno via col riprendere il ritmo e le abitudini alimentari di tutti i giorni.

Se i chili presi sono più di due è importante mettersi in riga con dei piccoli sacrifici e impegnandosi un po’ di più nell’avere un sano stile di vita.

Ecco 5 mosse per far tornare in forma tutta la famiglia:

  1. Fate sparire tutti i dolci natalizi ancora presenti nella vostra dispensa in cucina (pandori, panettoni, biscotti farciti) e le ciotoline di caramelle, torroncini e caramelle in bella vista sul tavolo. Anche la frutta secca andrà nascosta per un po’ di tempo, dal momento che un etto apporta dalle 500 alle 600 kcal.
  2. Disponibile e in bella vista ci deve essere sempre frutta e verdure pronte da sgranocchiare come carote, sedano e finocchi. Tra i compiti di scuola e la palestra i bambini devono sapere che in casa non c’è più cibo spazzatura, ma tanta frutta e verdura fresca per fare merenda o da mangiucchiare quando si è presi dalla noia o dal nervosismo. Vedere poi mamma e papà appagati e contenti da questa nuova abitudine sarà d’esempio per i piccoli di casa. Anche una spremuta di arance, un frullato con latte e frutta o un centrifugato vanno benissimo. Soprattutto dopo l’ora di palestra pomeridiana.
  3. A tavola cominciate il pasto sempre con un piatto di crudités di verdure e state attenti a non eccedere con i condimenti. Non abbondate con l’olio d’oliva per cuocere o condire le pietanze e bandite panne e salse confezionate varie. Scegliete ricette semplici e genuine, e non piatti elaborati o precotti.
  4. Rispolverate la cyclette, nascosta in un angolo della casa o trasformata in un “appoggia-abiti”. Pedalare 20-30 minuti, magari davanti al vostro programma televisivo preferito o ascoltando musica invoglierà i vostri figli più grandi ad imitarvi… fino a litigare per i turni sulla cyclette!
  5. Attenzione alla merenda nello zaino. Scegliete per i vostri piccoli, soprattutto in questo periodo post-eccessi, merende leggere e nutrienti come frutta o yogurt. Evitate panini farciti, pizzette o cibo spazzatura.

 

Chi ben comincia è a metà dell’opera… perciò non rimandate tutti i buoni propositi per il nuovo anno a dopo carnevale.

Con l’augurio di un 2018 traboccante di salute e gioia di vivere, auguri a tutti voi.

Dello stesso autore